Il Breno sorprende la Calvina e passa il turno

Redazione

È il neopromosso Breno ad aggiudicarsi il primo derby bresciano di Serie D della nuova stagione, quello di Coppa Italia contro la Calvina.

 

Il primo tempo è equilibrato, ma eccezion fatta per la conclusione di Moraschi neutralizzata da Garletti sono i bassaioli a rendersi più pericolosi con Brunelli e Recino, che mettono i brividi ai sostenitori camuni.

 

La Calvina trova la via del gol in avvio di ripresa sugli sviluppi di un calcio piazzato che consente a Recino di gonfiare la rete con il piattone. Il bomber biancazzurro colpisce anche un palo con un bel colpo di testa prima del pareggio granata firmato da Szafran, che trasforma un rigore in movimento dopo essere stato innescato a rimorchio. Il raddoppio del Breno è una doccia fredda accesa dalla classe di Magrin, che mentre tutti si aspettano un cross sulla sua punizione dalla sinistra decide di scagliare una conclusione potente e precisa sul primo palo beffando Garletti.

 

La seconda parte della ripresa è un assedio della Calvina che non dà gli esiti sperati e ad esultare è il Breno, che passa il turno.

 

Portare a casa questo risultato contro un’ottima squadra ci riempie d’orgoglio - afferma nel post partita mister Tacchinardi -, raccogliere il massimo nelle difficoltà è importante per trovare la giusta mentalità, anche se ritengo che si debba andare sempre dietro al filo logico del gioco e dell’identità, che per me sono fondamentali”.

 

Dispiace - ammette Serafini -, perché al di là delle prestazioni conta il risultato. Sono contento per ciò che ha dimostrato la squadra, peccato per i gol subiti, scaturiti da due disattenzioni. Gli errori ci faranno crescere, ci sta farli ora. L’importante è che i ragazzi capiscano da subito il livello della categoria e delle avversarie, che sarà alto”.

 

CALVINA - BRENO 1-2

Recino (C), Szafran (B), Magrin (B).

 

 

 

banner assicurazione bottom

bsnews