Orsa ferita, è fuggi fuggi generale. I più esperti ai saluti, largo agli Juniores

Redazione

Mentre il mercato è entrato nel vivo e numerose società rilanciano le proprie ambizioni c'è chi resta fermo e addirittura chi innesta la retromarcia. E' il caso dell'Orsa Iseo, costretta ad un repentino ridimensionamento della rosa e, di conseguenza, delle proprie ambizioni.


L'uscita di scena di uno sponsor importante ha costretto i dirigenti sebini a rivedere i piani e ad esporre chiaramente la realtà dei fatti a parecchi giocatori. Rusconi e Valente hanno già fatto la valigia e cambiato maglia, ben presto potrebbe toccare al portiere Cirillo, al difensore Federici, ai centrocampisti Martinelli e Speziari e all'attaccante Donati, tutti in cerca di una sistemazione o in attesa dello svincolo. Per loro non c'è futuro a Iseo. Situazioni da tenere monitorate anche quelle dei difensori Tosi e Giorgi, ieri comunque presenti al campo di allenamento.


L'Orsa onorerà certamente il campionato fino all'ultima giornata, ma è consapevole che da qui alla fine la situazione potrebbe essere davvero complicata. All'orizzonte c'è un massiccio trasferimento di Juniores tra i "grandi", che verranno affidati al direttore sportivo e allenatore Enzo Filippini.


Le poche certezze rimaste non fanno ben sperare: penultimo posto in classifica, ricerca di nuovi partner in corso e spettro della retrocessione che inizia a materializzarsi. Siamo solo a dicembre e la strada è tutta in salita. 

 

banner assicurazione bottom

transped foot