Nuova rubrica, si parte con le "3 Sentenze"

Redazione
Tre sentenze per ogni categoria, tre considerazioni derivanti da quanto visto e successo nell'ultimo turno relative ai singoli o alle squadre. Cercheremo di esaltare aspettivi positivi, ma basandoci su risultati e numeri anche qualche considerazione “negativa” potrà essere negativa. Le tre sentenze:
 
IL CASTIGLIONE “BRESCIANO” E' GIA' PRONTO
 
Squadra mantovana solo per la burocrazia, perchè a livello dirigenziale, di staff tecnico e di rosa il Castiglione potrebbe ritenersi bresciano a tutti gli effetti. L'organico permette di nutrire ambizioni legittime, la vittoria di Governolo permette di iniziare con il piede giusto espugnando un campo ostico per chiunque. Decisivo ovviamente un bresciano DOC come Simone Fantoni, abile a sfruttare alla perfezione un calcio piazzato. Vittoria con dedica a mister Piovanelli, che in settimana aveva subito una grave perdita con la scomparsa del padre. La squadra c'è.
 
LA BEDIZZOLESE E' LA SOLITA BEDIZZOLESE
 
Da una parte una squadra super collaudata, dall'altra una retrocessa con tanti nomi di qualità, ma un'amalgama ancora da trovare. In queste condizioni è quasi impossibile giocarsela con la Bedizzolese, ormai da anni una realtà consolidata per la categoria e che sempre partendo a fari spenti ha sempre rappresentato un'insidia per tutti. Sarà così anche quest'anno.
 
LUMEZZANE, IL MIX VECCHIO-NUOVO FUNZIONA
 
Si presenta con grandi ambizioni anche il nuovo Lumezzane, fresco di ripescaggio e con tutte le carte in regola per recitare ancora una volta un ruolo da protagonista. Il “blocco Valgobbiazanano”, che ha trascinato la società in Eccellenza, si è praticamente estinto, in mezzo a parecchi volti nuovi alla prima esperienza con il Lumezzane. Nella prima giornata è stato però decisivo Andrea Caldera, uno degli “storici”, senza dimenticare che anche Dal Bosco potrà dare un contributo importante. Il mix per ora funziona.
 
 

banner assicurazione bottom

bsnews