Addio all'ex Rondinella Eugenio Bersellini, che guidò anche l'Inter di Altobelli, Beccalossi e Beppe Baresi

Redazione

Se ne è andato oggi all'età di 81 anni il "sergente di ferro" Eugenio Bersellini. Così era soprannominato da giocatori e addetti ai lavori l'allenatore che nella stagione 1979/1980 portò l'Inter alla conquista dello scudetto.

Un uomo originario di Borgo Val di Taro, che da calciatore trascorse quasi tutta la carriera (eccetto gli ultimi due anni a Lecce) in Lombardia. E di questo periodo ben cinque stagioni, tra il 1955 e il 1960, militando con la casacca biancoblù bresciana.

Ecco perché anche il Brescia si è unito in queste ore al cordoglio espresso da tutto il mondo del calcio per la scomparsa di Bersellini. Proprio con la V delle Rondinelle fu protagonista nella stagione 1957/1958 del noto "quintetto Primavera" insieme a Favini, Nova, Sacchella e Vigni. E dopo il passaggio tra le fila di Monza, Pro Patria, ancora Monza e Lecce, appese le scarpette al chiodo (1968) per passare a fare il mister in panca.

Guidò ben 18 squadre - tra cui Torino, Sampdoria, Fiorentina -, guadagnandosi sul campo il soprannome di "sergente di ferro" per suoi duri metodi di allenamento. Metodi però che gli consentirono di cucire sul petto dell'Inter uno scudetto e due Coppe Italia, allenando in quella squadra gente come Bergomi, Bordon, Oriali e i bresciani Beccalossi, Beppe Baresi e "Spillo" Altobelli.

Proprio Altobelli - intervistato da Repubblica - ha detto: "Mi sono sentito con i vecchi amici dell'Inter e posso dire che condividiamo un grande malessere. Bersellini fu per me una grande fortuna, perché fu lui a volermi in nerazzurro e lui riuscì a farmi crescere e diventare quello che sono stato, riuscendo a portare quell'Inter anche a una semifinale di Coppa dei Campioni. Era un grande tecnico, ma anche un preparatore atletico incredibile: precorse i tempi con l'introduzione dello stretching, che allora nessuna faceva. Ci faceva lavorare sodo, ma è proprio lo spirito di sacrificio che ci rimane più di tutto ricordandolo oggi".

 

mc foot

transped foot