Promozione, il Borsino: Prevalle in grande spolvero, il Saiano risorge, che beffa per il Real Dor

Redazione
Tempo di borsino per le squadre di Promozione. Diviso per ogni categoria, il nostro borsino analizza le dinamiche delle formazioni bresciane già nelle ore successive alle partite della domenica. Dividiamo le squadre prescelte in conferme, sorprese,delusioni. Queste le nostre relative all'ultimo turno:
 
LA CONFERMA: Prevalle
 
Sta finalmente trovando continuità la formazione di Sella, che si è sbloccata dopo il successo meritato di due settimane fa contro la corazzata Montichiari. Il pareggio agguantato in extremis in quel di Goito e la vittoria di ieri su un Ome in grande spolvero testimoniano la crescita del Prevalle, sul cui potenziale non erano mai sorti dubbi. Serviva evidentemente del tempo per oliare qualche meccanismo e ora i valsabbini, distaccata di alcune lunghezze la zona playout, possono mettere nel mirino le prime posizioni. La classifica è corta e ogni scenario è ancora possibile.
 
LA SORPRESA: Saiano
 
15 ottobre, 1-0 nel derby contro l'Ome. Da quella sera (si giocò di sabato) i franciacortini non erano più riusciti ad assaporare il gusto dei tre punti, il digiuno si è interrotto domenica in uno dei campi più difficili del girone, quello dell'adesso ex capolista San Lazzaro. E dire che le premesse non erano state delle migliori, con il gol di Omoregieva dopo circa un quarto d'ora a rompere l'equilibrio. Nella ripresa però la grande reazione in primis caratteriale degli uomini di Sella ha permesso al Saiano prima di pareggiare i conti, poi nel finale di realizzare altri due gol. Il periodo di magra ha complicato i piani in ottica salvezza, la vittoria in terra mantovana rappresenta un nuovo inizio.
 
LA DELUSIONE: Real Dor
 
Rallentamento in casa dei cittadini, il cui rendimento complessivo resta positivo, ma nelle ultime tre giornate il ruolino di marcia è zoppicante. Dopo le sconfitte contro Pro Desenzano e San Lazzaro, la trasferta al Rossaghe era un impegno delicato e gli uomini di Panina per novantatrè minuti hanno disputato una grande prestazione, siglando il vantaggio quasi in avvio e fallendo diverse occasione per chiudere i conti. Errori madornali, in quanto a tempo quasi scaduto un colpo di testa del difensore Borghetti ha stabilito la definitiva parità. Due punti persi per il Real Dor, che per tornare a sorridere ha un solo modo: prendersi i tre punti già dal prossimo turno contro l'Asola.
 

vaia car

transped foot