In Prima Cellatica infinito e Chiari esplosivo. Pralboino punta in alto

Redazione
Parte una nuova rubrica di analisi e approfondimento dopo ogni giornata.
 
Tre sentenze per ogni categoria, tre considerazioni derivanti da quanto visto e successo nell'ultimo turno relative ai singoli o alle squadre. Cercheremo di esaltare aspettivi positivi, ma basandoci su risultati e numeri anche qualche considerazione “negativa” potrà essere negativa. Le tre sentenze in Prima Categoria:
 
IL CELLATICA HA RISORSE INFINITE
 
Avanti 2-0, poi rimontato 2-2 a un quarto d'ora dalla fine, infine il 2-3 finale. Il Cellatica ha davvero tante frecce nel proprio arco, soprattutto nel reparto offensivo dove ad esempio uno come D'Attoma entra dalla panchina. La vittoria sul campo del Cologne certifica il valore della rosa a disposizione di mister Bertoni, tra le grandi favorite per la vittoria finale. Partenza vincente.
 
CHIARI, PARTENZA CON IL BOTTO
 
Sette gol tra il 20' del primo tempo e il 25' della ripresa. Una sorta di uragano nerazzurro si è abbattuto sul malcapitato Sporting Club Brescia, incapace di reagire. Una prova di forza che testimonia la voglia del Chiari di scrollarsi di dosso la tribolata passata stagione, chiusa con una salvezza ai playout per certi versi miracolosa. Con lo spirito visto domenica l'obbiettivo è alla portata. 
 
PRALBOINO, PER LA VETTA CI SEI ANCHE TU
 
Due vittorie in pochi giorni contro la corazzata Pavonese che, pur priva di pedine importanti, rappresenta senza dubbio un avversario di spessore. Per il Pralboino grande partenza di stagione, espugnare il campo di Pavone non sarà facile per nessuno e i tre punti conquistati domenica, tra l'altro grazie a un gol decisivo nel finale di partita, rappresentano un'ulteriore spinta a livello di fiducia ed entusiasmo. In un girone che si preannuncia equilibrato, anche il Pralboino può dire la sua.
 

banner assicurazione bottom

bsnews