logo_lnd   Promozione

Rodengo, si dimette Lorefice: panchina affidata a Giorgio Negro e Stefano Laini

Le tre sconfitte nelle ultime tre domeniche sono state un boccone amaro difficile da digerire. Dopo la separazione con Barcellandi a pochi giorni dal debutto in Coppa cambia dunque un'altra volta la guida tecnica del Rodengo Saiano, che deve prendere atto delle dimissioni di Fabio Lorefice. Alle prime due partite di campionato positive, con quattro punti conquistati, hanno fatto seguito come detto tre ko consecutivi, contro avversari tutto sommato alla portata di una squadra competitiva come quella franciacortina.
Redazione

Capitani Coraggiosi - Adriano Rossini contro la sfortuna: "Il ginocchio ha fatto crack. Ero disperato, ora sono determinato, non penso che a recuperare. Purtroppo la stagione è finita... forse"

Per Kipling erano quei lupi di mare con la pelle erosa da vento e sale, coi quali non si poteva negoziare, che tenevano in mano un equipaggio con disciplina ed intransigenza, che sapevano insegnare con esempio e durezza la dignità del lavoro umile; per Baglioni e Morandi - voi e il buon Joseph Rudyard perdonerete il volo pindarico - sono coloro che hanno "il vento di una vita sulla faccia", "in un tempo senza età", coloro che fluttuano continuamente "tra la testa e il cuore".

Redazione

Addio presidente Celano, il Real Dor eri tu

Se ne è andato in silenzio, dopo aver lottato e ringhiato come i migliori mediani contro una malattia dura da sconfiggere. Lui ci ha provato, da gladiatore, trovando energie sempre nuove alimentate anche dal calcio e dal suo Real Dor, più di una squadra: un pezzo di vita.

Quella di Vincenzo Celano, presidente della squadra bresciana di Promozione, si è spenta oggi all'età di 56 anni. Sino all'ultimo è stato vicino alla sua società, in prima linea sin quando ha potuto ma sempre presente con lo spirito anche da casa. Infaticabile, sempre attivo, ha costuito negli ultimi anni un piccolo miracolo sportivo partendo dalla Terza Categoria.

Redazione

Tegola Vighenzi: Festoni si è rotto il crociato

Si era subito imposto con la nuova maglia, dimostrandosi uno dei colpi più riusciti dell'estate in Promozione. Stefano Festoni, arrivato alla Vighenzi dal Real Dor, aveva segnato subito 3 volte in campionato timbrando il cartellino con il gol anche in Coppa Italia. 4 reti in 4 partite, ma l'ultima con la Dak non l'ha conclusa per un infortunio che nelle ultime ore si è dimostrato più grave del previsto.

Redazione

Promozione, la griglia di partenza secondo la nostra redazione

Anche in Promozione regna l'equilibrio. Favorito d'obbligo il CazzagoBornato, insediato dalla Bassa Bresciana e dalle mantovane Asola e Dak. Sarà grande bagarre in zona salvezza, ci aspettiamo una classifica corta dove con un filotto buono passare dalla lotta playout a quella per i playoff non sarà impossibile. Ecco la nostra griglia, abbiamo indicato anche una "stella", intesa come giocatore di riferimento tecnico o caratteriale, e una sorpresa, ovvero un nome pronto a esplodere o consacrarsi definitivamente:
Redazione

La mannaia del giudice sportivo: Rodengo piange due volte, entrambe le squadre del paese sconfitte a tavolino in coppa. Piantoni (San Pancrazio) becca subito 3 giornate

Bentornata mannaia, anche se a molti dilettanti non era proprio mancata. Con le prime sanzioni del giudice sportivo, arrivano anche le prime sconfitte a tavolino: in Coppa, è destino comune per le due squadre di Rodengo Saiano (Rodengo in Promozione, Saiano in Prima) ree di aver schierato giocatori non tesserati. Se per i primi cambia poco, avendo perso l'incontro 2-1 con la Bassa Bresciana, per i secondi diventa una botta pesante dopo il successo a Lograto trasformato in 0-3. Tra gli squalificati del primo turno, invece, spiccano le 3 giornate a Piantoni del San Pancrazio.

Redazione
 

bsnews

transped foot