logo_lnd   Promozione

Michele Gussago, domenica con l'Asola ritroverà il "suo" Dor: "Sfida che non vorrei giocare, ho lasciato il cuore"

«Se sono qui ad allenare in Promozione lo devo al Dor». Giusta premessa per esaurire subito la questione "Sarà una partita come le altre?". Dietro alla banalità di una domanda riferita ad un allenatore che incontra la squadra nella quale ha trascorso molti anni - «Tanti, e pieni di gioie» - si è cercato di andare più in profondità per presentare al meglio il Real Dor-Asola in arrivo, guardandolo con gli occhi (emozionati) di Michele Gussago. Non solo calcio, chiaramente.

Redazione
 

vaia car

transped foot