Vighenzi, il chiarimento di Sandrini: “Mi sono dimesso, auguro il meglio a questa squadra”

Redazione
Sono ore concitate in casa Vighenzi. La sconfitta casalinga contro il Castel d'Ario ha segnato la fine dell'era Sandrini. Da domenica prossima, nel sentito derby contro la Pro Desenzano, la guida tecnica della squadra sarà affidata alla coppia Dincao-Ferrari.
 
Non si eslcude che alle spalle di questo tandem agisca un allenatore di categoria che possa portare un contributo in settimana (il nome è quello di Manini), una cosa è comunque certa. Vittorio Sandrini ha rassegnato le proprie dimissioni e non fa più parte dello staff tecnico della prima squadra.
 
“Ci tengo a precisare” - spiega Sandrini, che resta allenatore dei Giovanissimi - “che non ho più alcun tipo di mansione nel contesto prima squadra. Mi sono dimesso, con la consapevolezza che pur avendo dato di tutto e di più non ho raggiunto gli obbiettivi prefissati. Credo sia giusto prendersi le responsabilità del caso per il rendimento negativo della squadra, la scelta è stata dolorosa e mi ci vorrà del tempo per superarla, ma penso fosse necessaria per il bene della Vighenzi”.
 
Una società a cui Sandrini rimarrà comunque legato: “Assolutamente, ho vissuto emozioni uniche che porterò sempre nel cuore. Con questa società sono cresciuto come persona e come allenatore, ringrazio tutti di cuore e l'intera rosa, perchè i giocatori dal primo all'ultimo mi hanno dato tanto aiutandomi nel percorso di crescita. Spero veramente che questo cambiamento possa servire per migliorare la situazione. La Vighenzi è una parte importante della mia vita e da oggi sarò il tifoso numero uno della squadra”. Parole che rendono onore a un tecnico giovane, ma con valori umani già significativi.
 

oscar foot

transped foot