logo_seried   Serie D

Tanti gol, pochi punti

zagari

Giornata ricca di gol ed emozioni in serie D. Gli spettatori delle tre formazioni bresciane hanno visto gonfiarsi la rete ben 14 volte, ma i punti messi in cassaforte dalle squadre di casa nostra non sono in linea con il bottino complessivo di gol.
Il bicchiere, in ogni caso, è mezzo pieno sia per il Darfo sia per il Carpenedolo, che agguantano il pari in zona Cesarini grazie alle reti di Varas (88') e Zagari (92'), che fissano il risultato sul 2-2 a Piacenza e a Gozzano.
Continua, invece, il momento di crisi della Rudianese, travolta 4-2 in casa dall'Olginatese. Inutile la doppietta di Tisi, espulso nel finale. In classifica nessuna delle tre può stare tranquilla e urgono punti per risalire la china. Il Darfo è obbligato al successo nel prossimo turno, che lo vedrà ospitare il fanalino di coda Gallaratese. Scontri diretti di vitale importanza anche per Carpe e Rudianese, opposte a Fidenza e Seregno.

 

Redazione
in Serie D

Bandini pronto a passare il testimone

bandini

Tempo di passaggio di consegne in Valcamonica. Lo storico presidente del Darfo Boario Ennio Bandini, al vertice del club da 12 anni, è ormai pronto a passare il testimone all'attuale direttore generale Christian Pè, che in base a quanto è emerso dal consiglio neroverde assumerà a breve il comando della società con l'obiettivo di darle nuova linfa sotto tutti i punti di vista. Bandini resterà il numero uno della società fino a fine stagione, poi potrebbe vestire i panni di socio o quelli di sponsor a sostegno del nuovo corso. Pè - dal canto suo - sembra non avere intenzione di rivestire la carica di presidente, ma potrebbe lavorare in funzione dell'arrivo di un nuovo patron pronto a riportare il Darfo il più in alto possibile.

Marco Garattini
 
Redazione
in Serie D