Adrense, c'è voglia di stupire. Zanardini: “Obbiettivo salvezza. Pinardi? Averlo è motivo di orgoglio”

Redazione
C'è molta curiosità nei confronti della nuova Adrense.
 
Serietà e organizzazione hanno rappresentato la base per lo storico approdo in Serie D, una rosa rimodellata con colpi di mercato anche di spessore proverà a ben figurare anche nella categoria superiore. Marco Zanardini, il direttore sportivo della società, ci spiega come stanno procedendo i primi giorni di lavoro e gli obbiettivi della stagione.
 
“A parte il gran caldo, che sta condizionando gli allenamenti, tutto procede per il verso giusto. Vedo un gruppo di ragazzi disponibili con grande voglia e determinazione, direi che le prime impressioni sono davvero positive”.
 
Il sodalizio franciacortino è riuscito a prendere elementi di indubbio valore per la categoria: “I giocatori entrando in contatto con questa realtà hanno tastato con mano la serietà e la solidità della società. Una società che fa le cose con la testa e in questi anni senza fare il passo più lungo della gamba si è presa delle belle soddisfazioni. Penso che le figure del presidente Belotti e del vicepresidente Firetto in tal senso siano delle garanzie”.
 
Su tutti spicca ovviamente l'arrivo di Alex Pinardi: “Ritenevo la trattativa quasi impossibile e quando ho capito che poteva concretizzarsi quasi non ci credevo. Averlo con noi è motivo di grande orgoglio, se un professionista e una persona del suo calibro decide di accettare la proposta dell'Adrense significa che la nostra organizzazione funziona. Pinardi è un ragazzo molto intelligente e penso abbia capito la bontà del nostro progetto”.
 
Anche sul fronte giovani la qualità non manca: “Dal Brescia sono arrivati ragazzi interessanti, anche qua l'impegno del vicepresidente Firetto è stato fondamentale. Possiamo dire di essere contenti della rosa allestita, ma adesso sarà il percorso negli impegni ufficiali a determinare il valore effettivo del nostro organico”.
 
Obiettivo salvezza o si pu pensare a qualcosa in più? “L'obbiettivo è il mantenimento della categoria. Allo stesso tempo penso che nel mondo del calcio sia legittimo essere ambiziosi e cercheremo di fare il massimo per disputare una grande annata. Poi sarà il campo a parlare e a esprimere il suo verdetto”.
 
ADRENSE 2018-19
 
La rosa
 
PORTIERI
 
SIMONE FESTA 1999 dal Brescia
JULI NDOJ 2000 dal Brescia
ERMAN RIDZAL 2001
 
DIFENSORI
 
SIMONE FIORENTINO 2000 dal Brescia
LUCA NOLASCHI 2001 dal Brescia
ANDREA TORRI 1999 dal Brescia
NICOLA ROSSI 1994
MASSIMILIANO TAGLIANI 1989 dall'SDL Rezzato
MATTIA BERTONI 2000 dal Lumezzane
ANDREA RIZZOLA 1996
SAMUELE FARIMBELLA 1997 dal Dro
 
CENTROCAMPISTI
 
LUCA PAISSONI 1992
SIMONE FERRARI 1999
SIMONE BAREZZANI 1999 dal Brescia
ALEX PINARDI 1980 dalla Giana Erminio
JACOPO MOZZANICA 1996 dalla Pro Patria
ANDREA FOSSATI 2000
LORENZO FAINI 2000
 
ATTACCANTI
 
FATIH ADEMI 1994 dalla Pergolettese
LUCA MACCABITI 1991 dal Breno
DAVIDE ROSSI 1992 dalla Pergolettese
LUCA MILANESI 1998
FRANCESCO MOZZO 2001 dal Brescia
LORENZO SPANO' 1998 dal Lumezzane
 
Organigramma società
 
Presidente: Gianbattista Belotti
Vicepresidente: Claudio Firetto
Direttore generale: Stefano Facchi
Direttore sportivo: Marco Zanardini
 
Staff
 
Allenatore: Sergio Volpi
Viceallenatore: Marco Mingardi
Preparatore atletico: Marco Moreni
Preparatore portieri: Andrea Frusconi
Fisioterapista: Federico Garbelli
Fisioterapista: Marco Frati
Team Manager: Tiziano Ghidoni
Magazziniere: Diego Lancini
 

banner assicurazione bottom

transped foot