L'Adrense dribbla la Legionella: allenamenti e partite fuori casa

Redazione

L'avversario, questa volta, non era in campo, ma nelle tubature del centro sportivo di Adro, pronto a violare la sacralità dello spogliatoio creando non pochi problemi alla società bianconera e ai suoi tesserati.

 

Per fortuna i controlli preventivi effettuati dall'Asl hanno consentito la rilevazione del batterio Legionella Pneumophila, evitatando ogni seria complicazione ai tesserati della società franciacortina, che è intervenuta tempestivamente per chiudere i rubinetti e rafforzare gli impianti di sanificazione dell'acqua. "Avevamo già installato due impianti, evidentemente non bastano. Ho immediatamente disposto la chiusura delle docce e richiesto l'avvio di nuovi lavori per potenziare ulteriormente la nostra struttura e neutralizzare questo problema, che ha origine nell'acquedotto", rassicura il presidente Giambattista Belotti.

 

Nel frattempo l'Adrense dovrà peregrinare fuori casa. Dopo la trasferta a Pavia la Prima squadra giocherà a Lumezzane, mentre la Juniores calcherà il campo di Castegnato. Il settore giovanile, invece, si dividerà tra Erbusco e San Pancrazio. "Il problema verrà definitivamente risolto in pochi giorni - continua Belotti -, ma non voglio correre alcun rischio in caso di intoppi, quindi ci siamo organizzati per giocare altrove i prossimi due weekend. Un contrattempo fastidioso e oneroso, ma l'importante è che non ci sia andata di mezzo la salute di nessuno".

 

banner assicurazione bottom

bsnews