Cambio inevitabile in casa Calvina: Serafini esonerato, ecco Florindo

Redazione

Con due note ufficiali diramate dalla società, la Calvina ha comunicato in serata una scelta che si stava aspettando da un paio di giorni, dallo 0-1 maturato sabato nell'anticipo della sesta giornata di campionato: Matteo Serafini non è più l'allenatore della prima squadra.

 

SERAFINI OUT. Sulla decisione, presa principalmente dal presidente Roberto Marai e dal direttore sportivo Eugenio Olli, pesa inevitabilmente il ruolino di marcia disastroso, in termini di risultati, di questo primo scorcio di stagione. I biancoazzurri hanno infatti giocato 7 partite ufficiali, 6 in campionato e una in Coppa Italia: tutte perse. La compagine di Marai, che si augurava una salvezza tranquilla, augurandosi una possibilità di giocarsi qualche posizione importante all'interno di un girone D molto equilibrato (Mantova a parte), si trova così al palo dopo 6 giornate. «Una scelta molto sofferta, per la stima nutrita nei confronti di Matteo, ma che andava fatta per dare una scossa alla squadra», questo il primo commento del ds ex Feralpi, che già lunedì scorso si era trovato a condividere una riunione a tema "conferma o esonero Serafini" con presidente e direttore generale Stefano Tosoni. 7 giorni fa era stata rinnovata la fiducia, stavolta no, la sconfitta interna col Fiorenzuola patita sabato ha messo di fatto la parola fine all'esperienza dell'ex attaccante del Brescia sulla panchina calvisanese.

 

FLORINDO IN. Il secondo comunicato di giornata serve per nominare il successore. Il nome è quello di Michele Florindo (nella foto), ex difensore classe '80 con esperienze in C1 a Padova, L'Aquila, Spezia e San Marino, nativo di Rovigo e lanciato nel calcio dall'Adriese, società che lo ha poi rivoluto, due estati fa, per guidare la squadra dalla panchina. Con l'Adriese Florindo si è reso protagonista di un campionato importante nel gruppo C della Serie D 2018-2019, inanellando diverse settimane in vetta alla classifica, chiusa infine con un secondo posto e una sfortunata finale play off di girone. Non essendo a raggiungere la C con la formazione nella quale militava anche l'attuale centrocampista biancoazzurro Andrea Delcarro, non era arrivata per Florindo la conferma. L'occasione buona si ripresenta ora, i compiti sono diversi ma altrettanto stimolanti: tirare fuori dalle sabbie mobili la Clavina e far crescere un gruppo giovane e dalle qualità tutte da scoprire. Così Eugenio Olli sulla scelta di mister Florindo: «Cercavamo un allenatore che conoscesse bene la categoria, l'abbiamo trovato in Michele. Ad indirizzarci verso il suo profilo è stato anche il lavoro da lui compiuto all'Adriese nella passata stagione». Domani pomeriggio il neo allenatore guiderà il suo primo allenamento, mentre l'esordio nella competizione avverrà domenica, nella trasferta romagnola contro la Savignanese, penultima in classifica e distante solo 3 lunghezze. Un appuntamento già da non mancare.

 

Nei prossimi giorni verranno definite invece le decisioni sul resto dello staff tecnico, a partire dalla posizione del vice di Serafini, Alessandro Cortinovis. Non è improbabile che si vada verso una conferma dell'organico.

 

Banner Transped articoli

bsnews