Da Pyongyang l'assurdo divieto per il nordcoreano Han, prossimo avversario del Brescia: niente 'Domenica Sportiva'

Redazione

Sabato pomeriggio al "Rigamonti" arriverà la capolista Perugia per una sfida che il Brescia sta preparando dovendo far fronte ai guai della difesa (Gastaldello squalificato, Meccariello acciaccato). 

Soprattutto arriverà una squadra che ha in rosa una giovanissima promessa capace di mettere a segno sinora cinque gol in 6 partite: lui è il 19enne Kwang-Song Han, mestiere attaccante e nazionalità nordcoreana.

Proprio quella Nord Corea governata dal dittatore Kim Jong-un che domenica sera ha fatto sentire a distanza la sua voce, impedendo al giovane attaccante di intervinire alla trasmissione di Raidue La Domenica Sportiva, per la quale il 19enne era già pronto ad andare in onda.

Una notizia riportata dal quotidiano La Stampa, che sottolinea come Han, ricevuta la notizia, si sia messo a piangere in preda alla paura. Un mancato intervento televisivo nel quale il calciatore avrebbe raccontato la sua storia: dall'accoglienza in Italia a Perugia, al tesseramento con il Cagliari e al primo gol in serie A sino all'ingresso nella rosa perugina e all'avvincente inizio di campionato.

Purtroppo non si è potuto ascoltare nulla di tutto questo, come rilevato dal presidente del club umbro Massimiliano Santopadre, che ha informato la Rai dell'impossibilità per il giocatore di prendere parte alla trasmissione per un alt imposto da Pyongyang da un non specificato ministero. Una brutta storia che non avremmo mai voluto raccontare.

 

mc foot

transped foot