Gavardo, divorzio tra i gialloneri e il direttore sportivo Tagliani

Redazione

Da lunedì Stefano Tagliani non è più il direttore sportivo del Gavardo. La sua formazione Juniores è attualmente al penultimo posto in classifica nel girone E dei Regionali B. Nettamente diverso il discorso Prima squadra, con cui Tagliani aveva raggiunto la promozione in Prima Categoria lo scorso anno e stava recitando un ruolo da protagonista anche quest’anno.

 

Queste le parole del presidente Pietro Giorgio Tonoli in merito alla questione: “La società è molto attenta al settore giovanile oltre che alla Prima Categoria. A Tagliani era stato assegnato un ruolo totale in cui doveva essere presente anche per la squadra Juniores e così non è stato. L’ottimo lavoro fatto con la prima squadra è indiscutibile, ma sono state fatte scelte sbagliate con la Juniores e questo ha portato un certo malcontento nel consiglio societario. Per esempio, sono stati portati a Gavardo sei giocatori fuoriquota, quando ogni sabato ne possono essere convocati solo quattro. In più si aggiungono a questi sei giocatori tutti quelli che devono scendere dalla Prima squadra che hanno bisogno di giocare. Lo ringraziamo per il lavoro svolto in questi anni, ma la chiusura dei rapporti è stata inevitabile”.

 

Differente il modo di vedere le cose dello stesso Tagliani: “È stato fatto un ottimo lavoro in questi anni, sia a livello di prima squadra che di settore giovanile. Questo ha portato molti giocatori cresciuti nel Gavardo a giocare in Prima squadra. Ne è la dimostrazione il fatto che ogni domenica vengono schierate molte più quote di quelle previste dal regolamento. Sono piuttosto perplesso dalla decisione presa dal consiglio, dato che i risultati sono sempre arrivati, ma nel calcio di oggi sembra che contino sempre meno. Bastava un chiarimento tra le parti e mi sarei adattato alle necessità della società”.

 

vaia car

transped foot