logo_lnd   Terza Categoria

Aurora Travagliato, fine di un'era: non arriva l'iscrizione in Promozione, si ripartirà dalla Terza. A meno che...

Una società storica del nostro panorama calcistico, fino a pochi anni fa in grado di battagliare per la promozione in Serie D, ripartirà dalla Terza Categoria, dopo la mancata iscrizione al campionato di Promozione che andava depositata entro oggi. Così non è stato. Per iscriversi in Terza, sembra ci fosse da aspettare - così ci è stato riferito dal presidente Dallera, che poi non è più stato raggiungibile telefonicamente - una concessione non rilasciata dal comune di Travagliato per l'utilizzo del campo di gioco, un documento fondamentale per rispettare tutti i requisiti richiesti dalla federazione ai fini della regolare iscrizione.
Redazione

Casaglio, un progetto quadriennale per fare calcio di qualità anche in Terza. Si riparte dal ds Bulgari e da mister Regola

Aria nuova. È quella che si respira a Casaglio, dove è in rampa di lancio un progetto destinato a dare continuità alla compagine di Terza Categoria, con lo sguardo rivolto verso l'alto. Si riparte da zero, con l'arrivo in società di Maurizio Bulgari. ex Gussago e Rodengo Saiano, nei panni di direttore sportivo. "Daremo il via ad una programmazione quadriennale – annuncia – con le idee chiare sulla metodologia da perseguire, operando con stile e rispetto e proponendo un calcio di qualità. Missione possibile anche in Terza Categoria".

Redazione

Nasce l'Asd Nuvolera Calcio: nuovo nome, nuova frontline per una nuova idea di sport

L'ufficialità dovrebbe arrivare solo a fine settimana, ma la neonata dirigenza nuvolerese ha anticipato i tempi e ha scelto CalcioBresciano.it per mettersi ufficialmente sulla mappa del calcio dilettantistico nostrano. Lo Junior Nuvolera, dopo varie vicissitudini e una via crucis lunga un paio di stagioni, ha cessato di esistere. La società di riferimento nel "paese del marmo Botticino" sarà l'Asd Nuvolera Calcio, un progetto fresco ed ambizioso che, al di là dei luoghi comuni, vuole dare una spallata ai problemi sofferti negli ultimi due anni per guardare avanti con entusiasmo e trasparenza.

Redazione

Scalmati-Gabiano, finale play off di Terza ad alta tensione. Gli ospiti chiudono in 7, l'arbitro fischia con 7' di anticipo

Posta in gioco che si impenna, tifo focoso e nutrito, arbitro in confusione. Ieri, nella finale play off tra Scalmati e Gabiano, c'erano tutti gli ingredienti per un match ad alta tensione, e così, purtroppo, è stato. Purtroppo perché a pagarne è stato il gioco, la sfida tecnica tra due delle tre migliori squadre del girone B di Terza Categoria, che dopo un campionato tirato si scontravano per guadagnarsi la Seconda. Il 2-2 finale – tra gol di mano, rigori non dati, sette espulsioni (sei per gli ospiti) e fischi finali anticipati – promuove i padroni di casa, mentre la rivale se ne torna a casa facendo il conto degli episodi negativi a proprio svantaggio, legittimi e non.

Redazione

Villa Carcina, la gioia più attesa. E la dedica di mister Grasselli è commovente: "Mio figlio, scomparso un anno fa, ha spinto per noi da lassù"

Dopo tentativi andati a vuoto per un soffio (anche in Coppa Lombardia) e un campionato svanito alla penultima curva, nella stagione regolare, in favore del Cividate Camuno, il Villa Carcina ha finalmente centrato l'approdo in Seconda Categoria atteso da tempo. Ieri ha sconfitto 2-0 il Retroscena e ha guadagnato la promozione con una vittoria netta nel punteggio e festeggiata a dovere al termine del match.

Redazione

Da Pirlo ai pirli: la nuova vita di Ovidio Gorlani, da leggenda dei dilettanti a titolare del 'Baretto' di Salò

Da calciatore, tra i dilettanti e non solo (oltre al Brescia, è passato anche dall'Inter e dal Bari: parecchia C nella sua carriera, ad esempio a Palazzolo o a Crema con il Pergo), Ovidio Gorlani è stato una leggenda. Ora, per lui, inizia una seconda vita dopo aver appeso le scarpette al chiodo. "Giocavo con Pirlo, adesso servo i pirli", ha detto a Bresciaoggi che ha raccontato nell'edizione odierna l'ultima tappa della sua storia che, nella Bassa, è nota a tutti. Specialmente a Dello, casa sua: 9 stagioni e la scalata sino alla finale della Coppa Italia di Eccellenza.

Redazione
 

mc foot

transped foot