Campioni d'Inverno - Moscarella ci parla della "sua" Pontevichese

Redazione
Lotta serrata nel girone B, dove insieme al Flero in vetta c'è la Pontevichese di mister Roberto Moscarella.
 
“Siamo molto contenti – ci spiega il tecnico – parto dal presupposto che a mio avviso il girone della Bassa è il più difficile con tante squadre forti. Chiudere in testa è una soddisfazione per tutti, la scelta di mantenere il blocco storico ha pagato e come l'anno scorso stiamo disputando un campionato di alto livello. I risultati sono positivi, il clima nell'ambiente è buono: ci sono insomma tutti i presupposti per proseguire al meglio”.
 
Nessun rammarico per il finale della passata stagione: “Per quanto riguarda il campionato nulla da dire, il Gambara si è rivelato una vera e propria corazzata e lo sta dimostrando anche nella categoria superiore. Qualche rammarico per i playoff, dove siamo usciti anche a causa di decisioni arbitrali discutibili, ma ormai è acqua passata e proveremo a rifarci quest'anno. Ci sono squadre forti che stanno facendo bene, non vedo una corazzata che possa spaccare il campionato. Penso che fino all'ultima giornata saranno in corsa più squadre per il primo posto”.
 
La Pontevichese è pronta a dire la sua: “La nostra forza è il senso del gruppo, non cambierei questi ragazzi con nessun altro giocatore. Per me è un piacere allenarli e trasmettere loro le mie idee. Passiamo come una squadra difensiva perchè subiamo pochi gol, in verità siamo solidi perchè difendiamo in avanti, nella metà campo avversaria. L'etichetta di difensivista proprio non mi appartiene”.
 
Moscarella è orgoglioso anche del percorso di crescita di tutto l'ambiente: “Dopo una decina di stagione in vari settori giovanili, la società decise quattro anni fa di chiamarmi per la prima squadra. Mi è stata data fiducia, così come ne è stata data a tanti ragazzi usciti dal settore giovanile della Pontevichese che dopo un fisiologico cammino di crescita si stanno adesso rivelando giocatori di valore. E' necessario dare tempo ai ragazzi per valutarli, a Pontevico abbiamo avuto questa forza e adesso ne raccogliamo i frutti. E anche il vivaio della società ne trae giovamento, tanti ragazzi adesso vogliono venire qui a giocare. Non so cosa ci porterà il 2019, sicuramente il club è pronto per scalare un gradino. Noi dovremo portare avanti il nostro calcio con entusiasmo e passione, provando ad alzare l'asticella sempre di più. La speranza è che con il nostro calcio fatto in casa riusciremo a toglierci ulteriori soddisfazioni”.
 

banner assicurazione bottom

bsnews