logo app store
logo google play
logo facebook
logo twitter
logo logo cbs cuore
  • bs1

terzotempo evidenza

Clamoroso: il Brescia ha preso Stefano Mauri!

Un colpo inatteso, anche se dalle parti di via Bazoli si era visto lo scorso 28 dicembre e sembrava una visita di cortesia. Invece, Stefano Mauri era arrivato a tastare il terreno anche se Brescia la conosce benissimo, avendo giocato (bene) nel 2003-04, l'ultima stagione di Roberto Baggio in Serie A: assieme segnarono contro la Lazio nell'ultima apparizione del Divin Codino al Rigamonti. Svincolato dopo l'ultima annata in biancoceleste, 37 anni l'altroieri, arriva a coprire il vuoto lasciato da Morosini nel ruolo di trequartista: non gioca tuttavia da 7 mesi, andrà recuperato dal punto di vista atletico.

La sua carriera è nota, così come il suo complicato iter legato al calcioscommesse. Cresciuto nel Brugherio e nel Meda, passa al Modena nel 2001 e, dopo due stagioni di buon livello, viene girato in prestito al Brescia: lo vuole De Biasi, che lo allenava in Emilia, con lui segna 7 gol in 30 partite ed esplode. Per due anni a Udine, finisce poi alla Lazio cui lega tutta la propria carriera agonistica segnando 42 gol, vincendo 3 trofei da capitano e indossando 11 volte pure la maglia della nazionale.

Tra i principali indagati per la vicenda relativa al calcioscommesse, la partita incriminata era Lazio-Genoa del 2011, è stato in carcere per due settimane e il procuratore federale Palazzi aveva chiesto per lui una condanna a 4 anni e 6 mesi di squalifica: è stato poi squalficato per 6 mesi. Il processo sportivo è terminato, quello penale è ancora in corso.

Alla 'Gazzetta dello Sport' in edicola oggi, Mauri ha dichiarato: "Ho solo voglia di continuare a giocare e così ho accettato volentieri di tornare a Brescia. Solo in due mi hanno cercato seriamente in questi mesi ossia Oddo e Brocchi. A Pescara sarei andato volentieri, ma la società evidentemente non era di quell’avviso. A Brescia invece ho preferito aspettare prima di dire sì, proprio perché credevo che dalla A arrivasse qualche proposta, visto che credo di potermela giocare ancora. Invece di richieste ne sono arrivate soltanto dalla B e io non ne ho fatta una questione di ingaggio: ho solo voglia di continuare a giocare e così ho accettato volentieri di tornare a Brescia, visto che da luglio Brocchi mi chiedeva di andare da lui. Ci siamo confrontati spesso sulla squadra, la conosco bene. Credo di essere il centrocampista in attività ad aver segnato più gol in Serie A (55, ndr), dopo Hamsik. E’ vero che l’età è quella che è, ma credo che forse la storia del calcioscommesse abbia frenato qualcuno, non lo so.

Liceo-Calvesi

  • 1
  • 2
  • 1
  • 2