Il Brescia gioisce a Venezia, Bisoli regala i tre punti alle Rondinelle

Redazione

L'importanza della partita era già stata evidenziata dalla massiccia presenza fi tifosi bresciani nel settore ospiti del "Penzo" di Venezia. Il Brescia non ha fallito, portando a casa tre punti fondamentali per il cammino verso la salvezza.

 

Parte bene la domenica pomeriggio delle Rondinelle, che dopo aver corso qualche pericolo nella prima parte di gara, si portano in vantaggio al 34' con il solito Caracciolo, capace di firmare la dodicesima rete in campionato grazie ad un colpo di testa su cross di Spalek. Gli ospiti riescono a mantenere il vantaggio fino all'intervallo, chiuso in vantaggio dagli uomini di Boscaglia. L'inizio di secondo tempo è tutto di marca veneta, con i padroni di casa che vanno vicini al pareggio con Falzerano e Litteri. Pareggio che arriva puntuale al 65' con Modolo che appoggia di petto a pochi passi dalla linea di porta. La reazione del Brescia è immediata. Le Rondinelle trovano dopo soli due minuti l'1-2 grazie a Bisoli, che deposita nel sacco sugli sviluppi di un calcio piazzato. I biancoblù reggono fino al fischio finale, espugnando quindi Venezia.

 

Tre punti fondamentali per le Rondinelle, che salgono a quota 41 punti, volando a cinque lunghezze dalla zona play-out.

 

VENEZIA - BRESCIA 1-2 (35' Caracciolo, 65' Modolo, 67' Bisoli)

 

VENEZIA (3-5-2); Vicario; Bruscagin (58' Fabiano), Modolo, Domizzi; Frey, Falzerano, Stulac, Pinato, Garofalo (84' Zigoni); Litteri, Geijo. In panchina: Audero, Gori, Andelkovic, Bentivoglio, Soligo, Zampano, Cernuto, Suciu, Marsura, Firenze. Allenatore: Filippo Inzaghi.

 

BRESCIA (4-3-3); Minelli; Coppolaro, Somma, Gastaldello, Longhi; Bisoli, Tonali, Ndoj; Spalek (70' Okwonkwo), Caracciolo (58' Torregrossa), Furlan (80' Meccariello). In panchina: Pelagotti, Curcio, Viviani, Martinelli, Rivas. Allenatore: Roberto Boscaglia.

 

banner assicurazione bottom

bsnews