Il Brescia ed il sogno promozione, ancora più concreto dopo Cosenza

Redazione

L’ultima partita valevole per la ventisettesima giornata del campionato cadetto potrebbe assumere un’importanza enorme nella lotta per la promozione in massima serie. Dopo un primo tempo al di sotto delle aspettative, chiuso dal Cosenza sul risultato di 2-0, il Brescia sembrava già condannato al ko.

 

Grazie ad una memorabile ripresa ed alla rete al 93’ minuto di gioco del giovane Bisoli, la squadra di mister Corini è riuscita invece a scrivere una pagina indelebile nel film della stagione della Leonessa e a conquistare tre punti che parevano insperati. Grazie al contestuale pareggio del Palermo, secondo in classifica, i biancoblù possono ora tentare una “minifuga” e saranno chiamati a gestire un vantaggio di quattro punti sui siciliani e di cinque punti sul Verona, attualmente al terzo posto in classifica. 

 

L’importanza della vittoria in rimonta a Cosenza 

 

La vittoria in rimonta sul campo del Cosenza, con ogni probabilità, verrà ricordata dai tifosi bresciani per molto, moltissimo tempo. Al di là dell’importanza che i tre punti assumono nella lotta per la conquista della Serie A, ciò che è stato maggiormente apprezzato dalla tifoseria è stato il carattere messo in campo nella ripresa dai ragazzi di mister Corini. Una rimonta che nasce da lontano, dalla mentalità inculcata dall’allenatore, dalla voglia di sacrificarsi e buttare il cuore oltre l’ostacolo, oltre le avversità. È stata proprio la voglia di vincere e di portarsi a casa i tre punti che ha impressionato: generalmente, dopo aver chiuso il primo tempo con uno svantaggio di due reti, la squadra che riesce a conquistare il pareggio tende ad accontentarsi. Il Brescia di Corini, invece, ha lottato ed ha combattuto per mettere a segno la terza rete e, grazie al gol nei minuti di recupero di Bisoli confezionato dall’ennesima giocata della coppia d’attacco Donnarumma-Torregrossa, è riuscita in un’impresa che alimenta il sogno promozione.

 

La vittoria, inoltre, acquista doppia importanza se si considera il momento di leggera flessione che la squadra bresciana aveva vissuto nelle ultime due giornate: prima, infatti, era giunto il pareggio esterno sul campo del Padova ultimo in classifica, poi la sconfitta casalinga per 1-0 rimediata contro il Cittadella. I tre punti conquistati in terra calabrese, invece, proiettano definitivamente la Leonessa in una nuova dimensione e secondo le scommesse sul calcio online, a quota 2,50, la squadra lombarda è la principale favorita al 12 di marzo per la conquista della promozione diretta in massima serie. La stagione è senza dubbio ancora lunga, ma ad undici giornate dal termine quella bresciana è parsa senza ombra di dubbio la squadra più continua e meglio attrezzata per tentare la scalata alla Serie A passando per la porta principale.

 

Le altre favorite alla conquista della promozione diretta

 

Le favorite della vigilia alla conquista della promozione diretta erano sicuramente Verona, Benevento e Crotone, neo-retrocesse che hanno avuto la forza di trattenere in rosa i propri giocatori più forti e di migliorare ulteriormente il livello qualitativo dei calciatori a propria disposizione con acquisti di assoluto livello. Il Crotone, tuttavia, ha pagato un inizio di campionato disastroso che ha portato prima all’esonero di Stroppa e all’arrivo sulla panchina di Oddo e, poi, all’esonero di quest’ultimo ed al ritorno dello stesso Stroppa sulla panchina dei pitagorici. Nonostante la recente vittoria esterna conquistata sul campo della Salernitana, la squadra crotonese naviga ancora in acque poco sicure e non è ancora riuscita a portarsi fuori dalla zona retrocessione.

 

Difficoltà analoghe, seppur meno gravi, sono state incontrate nella prima fase di campionato anche da Verona e Benevento che però, anche grazie a qualche acquisto mirato nella sessione invernale di calciomercato, sono riuscite ad invertire la propria rotta ed ad inanellare una serie di vittorie che hanno consentito loro di riportarsi a ridosso della zona che garantirebbe la promozione diretta al prossimo campionato di Serie A.

 

Alle spalle del Brescia, proprio la compagine veneta e quella sannita sembrano essere le meglio attrezzate. Nel frattempo il Palermo, in grossissime difficoltà societarie, continua a tentennare e non riesce più a tenere il passo delle prime della classe. Lecce e Pescara, invece, continuano a sorprendere. Trascinate dalle reti di La Mantia e Mancuso continuano a macinare gioco e ad ottenere risultati su ogni campo. Subito dietro, grazie alle recenti vittorie, sia il Perugia sia il Cittadella sono riuscite ad allungare sulle dirette inseguitrici, ma la battaglia per la conquista di un posto ai play-off è più aperta che mai con Spezia e Salernitana che, a quota 34 punti, sperano ancora di riuscire a dare un senso alla propria stagione.

 

Dal canto suo il Brescia continua a godersi la testa solitaria della classifica, con la consapevolezza di essere una delle squadre più in forma e meglio attrezzate di tutto il campionato cadetto. Il torneo è ancora lungo, ma la sensazione generale è che se la squadra di mister Corini dovesse riuscire ad affrontare le restanti partite con la stessa determinazione, convinzione e voglia di vincere messe in mostra nella recente partita contro il Cosenza, questo potrebbe essere davvero l’anno buono per il ritorno in Serie A.

 

Al presidente Cellino e la dirigenza va riconosciuto il merito di aver allestito una squadra estremamente interessante anche in prospettiva futura, fatta di giovani interessantissimi e di giocatori di grande esperienza e che ben conoscono la categoria. I tifosi bresciani sognano la promozione diretta e l’impressione è che questa squadra abbia tutte le carte in regola per tramutare i sogni dei tifosi in realtà.

 

banner assicurazione bottom

bsnews