Avanti un'altra! Carpi battuto con super Donnarumma

Redazione
Non si ferma la marcia positiva del Brescia, che in una partita ostica strappa la prima vittoria contro il Carpi (tabù storico) e mantiene la vetta della classifica.
 
Le Rondinelle non accusano la pressione post vittorie di Benevento a Salerno e Palermo a Perugia, sfruttando ancora una volta la verve realizzativa di un grande Donnarumma. Pochi i palloni toccati dall'attaccante campano, ma il rigore del vantaggio, l'assist a Ndoj e il sigillo finale portano la sua firma.
 
In mezzo un Carpi che ha creato qualche grattacapo, soprattutto nella prima frazione. Immediato il pareggio di Rolando dopo il vantaggio del Brescia, così come la reazione dopo il secondo gol realizzato da Ndoj dopo una bella azione manovrata. Ci ha pensato Alfonso a neutralizzare ad Arrighini il rigore concesso per fallo su Koulibaly. Positivo l'esordio di Martella, solo una sbavatura poi costata cara in occasione del provvisorio pareggio del Carpi.
 
E' però un Brescia che anche quando non brilla è capace di soffrire come collettivo. Segnali positivi, con vista su Palermo (venerdì sera ore 21.00). Tre punti anche alla “Favorita” sarebbero il viatico migliore verso l'ultimo terzo di campionato.
 
BRESCIA-CARPI 3-1 (19' rig. Donnarumma, 22 Rolando, 37' Ndoj, 91' Donarumma)
 
BRESCIA (4-3-1-2) Alfonso; Sabelli, Cistana, Romagnoli, Martella; Bisoli, Tonali, Nodj (71' Dessena); Spalek (77' Tremolada); Donnarumma, Torregrossa (85' Gastaldello) All. Corini (A disp. Andrenacci, Curcio, Martinelli, Morosini, Rodriguez).
CARPI (4-3-3) Piscitelli; Pachonik (50' Mustacchio), Sabbione, Poli, Pezzi; Coulibaly, Vitale, Marsura (59' Concas); Jelenic, Arrighini (74' Cisse) Ronaldo All. Castori (A disp. Serraiocco, Sambo, Marcjanik, Buongiorno, Kresic, Piscitella, Pasciuti, Di Noia, Vano, Romairone)
Arbitro: Illuzzi di Molfetta
 

banner assicurazione bottom

bsnews