Il cielo è biancoazzurro sopra il Rigamonti!

Redazione
Vince il Benevento, ma non importa.
 
Il Brescia alza al cielo il trofeo "Ali della Vittoria" e pone fine a otto anni di sofferenze in Serie B. E' un successo meritato per la compagine di Corini, accolto con entusiasmo e passione da un "Rigamonti" vestito a festa. 
 
Standing ovation per tutta la squadra, l'applausometro tocca l'apice per Eugenio Corini, il grande artefice di questa promozione. Tocca a capitan Gastaldello il gesto simbolico con la Coppa in mano, è questo però un successo di un gruppo e di un collettivo che ha fatto dell'unione d'intenti la sua forza.
 
Festeggia il Brescia, festeggia anche il Lecce che battendo lo Spezia conquista il secondo posto e quindi la Serie A. Un tandem che con merito si gode oggi una giornata trionfale.
 
BRESCIA-BENEVENTO 2-3 (3' aut. Di Chiara, 9' Armenteros, 30' Bisoli 36' Insigne, 52' Armenteros)
 
BRESCIA: Alfonso; Sabelli, Cistana, Romagnoli, Mateju; Bisoli, Tonali (60' Viviani), Dessena (72' Spalek); Tremolada (82' Lancini), Torregrossa, Donnarumma All. Corini (A disp. Andrenacci, Gastaldello, Curcio, Semprini, Dall'Oglio, Martinelli, Ndoj, Morosini, Cortesi).
BENEVENTO: Gori; Di Chiara, Volta, Antei; Bonaiuto, Tello, Crosetig, Letizia; Vokic; Armeteros, Insigne All. Bucchi (A disp. Montipo', Zagari, Viola, Improta, Gyanfi, Goddard, Bandinelli, Volpicelli, Caldirola, De Caro, Di Serio, Pastina.
Arbitro: Pillitteri di Palermo
 
Note: Donnarumma sbaglia rigore al 90'
 

banner assicurazione bottom

bsnews