Nuovo ciclo in casa Feralpisalò, le novità per la stagione 2019/20

Redazione

Inizia nella giornata di oggi la stagione 2019/20 in casa Feralpisalò, con la conferenza stampa di presentazione che questa mattina ha svelato tutte le novità per il nuovo campionato.


Prima novità su tutte il nuovo stemma, con due leoni che spiccano nella parte centrale a rappresentare le realtà di Salò e Lonato, dalla cui fusione nacque la società gardesana. Cambia anche la forma, non più a scudo ma con linee più essenziali. Invariati invece i colori, verde e blu, che da sempre contraddistinguono i Leoni del Garda.


Colori che vengono riportati anche nella prima maglia, con base appunto blu e banda verde centrale. Un omaggio alle primissime maglie indossate dopo la fusione, ma che riportano un certo senso di continuità con le ultime dovuto al verde chiaro nella parte alta della banda centrale. Un verde che diventa giallo fluo all'altezza del collo, per omaggiare i 50 anni di Feralpi Group.


Grigio perla, nera e gialla invece le maglie "da trasferta" e riservate ai portieri.


La Feralpisalò riesce inoltre nel primato di essere la prima società professionistica ad auto produrre le proprie maglie da gara e in generale tutto l'abbigliamento per la stagione 2019/20.


Presentato inoltre in maniera ufficiale il nuovo direttore generale dei Leoni del Garda, Luca Faccioli: "Ringrazio tutte le istituzioni, i collaboratori, i media e gli sponsor per la presenza a questa conferenza di presentazione. Ho trovato un ambiente sano e una società ambiziose e stimata, in cui si può fare qualcosa di buono. Ringrazio soprattutto il presidente e il vice presidente per la fiducia che hanno riposto in me. Vengo da vari sport ma soprattutto dall'ambiente calcio. Accettando questa proposta in Serie C ho fatto una scelta coraggiosa ma ponderata, maturata dopo vari mesi di corteggiamento, iniziato nei mesi di Dicembre e Gennaio. Prenderemo in carico il rifacimento delle varie strutture, con un restyling che possa soddisfare tutti, dai tifosi agli sponsor, con la costruzione di un nuovo centro sportivo nella bassa, che possa essere la casa per le nostre giovanili".


Carico di aspettative invece il presidente Giuseppe Pasini: "Inizia oggi una nuova stagione, fatta di importanti novità, a partire dal nuovo direttore generale Luca Faccioli, proveniente da società importanti e che può dare qualcosa in più alla Feralpisalò. Si chiude oggi un ciclo di dieci anni e se ne apre uno nuovo, un momento di arrivo e di ripartenza verso nuovi obbiettivi. Dovremo cercare di dare continuità a quello che abbiamo fatto di buono in questi primi dieci anni. Ripartiamo con un nuovo logo e con la nuova maglia per la prossima stagione, facendo anche due ritiri importanti a Pinzolo e Ponte di Legno, in cui ci misureremo con squadre di Serie A come Spal, Cagliari e Napoli. C'è già un programma estivo intenso e la prima partita ufficiale sarà in Tim Cup la seconda settimana di Agosto. Mi auguro sia una stagione ricca di emozioni come quella appena passata e con più soddisfazioni".


Infine qualche novità anche sui miglioramenti che verranno fatti al "Turina" e sulla conferma in panchina da Zenoni: "La Lega ci impone di migliorare l'impianto di illuminazione entro la fine del 2019, perchè quello attivo adesso non è adeguato per le partite serali e per la trasmissione delle partite in TV. In caso di promozione in Serie B dovremo anche ampliare lo stadio ad una capienza di minimo 5500 posti a sedere. L'anno scorso abbiamo sbagliato in qualche occasione, con un gruppo che si è dimostrato con poco carattere soprattutto nelle ultime partite, in cui ci siamo fatti soffiare il terzo posto in classifica. La riconferma di Zenoni è data dal fatto che nei play-off ho visto un gruppo molto più unito e che ha fatto bene".

 

banner assicurazione bottom

bsnews