Mario Balotelli, 10 anni di gol. Tutto partì da una gara di Coppa Italia a Reggio Calabria...

Redazione
19 dicembre 2007, gli iphone in Italia non erano ancora in vendita, il Milan aveva appena battuto il Boca Juniors nella finale del Mondiale per Club crogiolandosi nella nomea di squadra più titolata al mondo, la nostra Nazionale era campione del mondo in carica.
 
Insomma, di acqua sotto i ponti ne è passata. Quella sera di dieci anni fa al Granillo va in scena la gara di andata di Coppa Italia tra la Reggina e l'Inter di Mancini. L'allenatore jesino, che pochi giorni prima l'aveva fatto esordire contro il Cagliari, lancia Mario Balotelli dal primo minuto. Il feeling tra i due è già cosa nota e Mario ripaga il Mancio con una doppietta che ipoteca la qualificazione. Segnano anche Crespo e Solari, ma il proscenio se lo prende tutto quel ragazzone dal marcato accento bresciano. (il video con i gol e le giocate di quella sera)
 
Prima da titolare, doppietta. Solo i predestinati riescono a debuttare così. Un mese dopo Balotelli segna ancora in Coppa Italia, ma questa volta alla rivale storica dei nerazzurri, ovvero la Juventus reduce da Calciopoli. L'attaccante classe 1990 diventa in breve tempo l'idolo dei tifosi, arrivano i primi gol in campionato, lo scudetto e altri trionfi.
 
L'idillio con il mondo Inter si spezza nel 2010, dopo la semifinale di andata con il Barcellona e la maglia gettata a terra. Mancini lo riaccoglie a Manchester, vincono ancora, ma la gestione di Mario resta complicata. Prima del ritorno a Milano, sponda rossonera, i gol più importanti di Balotelli: arrivano contro la Germania, semifinale dell'Europeo, l'Italia si inchina ai suoi piedi e non ha dubbi di aver trovato un nuovo grande centravanti. Non sarà così, anzi dopo il fallimento con la maglia azzurra, quella a cui Mario è senza dubbi più legato, in Brasile, Conte e Ventura non lo prendono più in considerazione.
 
La doppia parentesi al Milan, squadra del cuore, è a corrente alternata. Servono altri colori rossoneri, quelli del Nizza, per ridargli serenità, gioia e gol. Ne è passata di acqua sotto i ponti da quella sera al Granillo...
 

banner assicurazione bottom

transped foot