Centrocampo e difesa da rinforzare. Cellino punta due svincolati di lusso

Redazione

Il calciomercato entra nella sua fase più calda a una manciata di ore dal fischio d'inizio della Serie A 2019/2020. Il Brescia è attivissimo, e dopo i fuochi d'artificio ferragostani - celebrati con il botto Balotelli - il presidente Cellino sembra intenzionato a regalare altri nomi importanti ai tifosi della Leonessa.

 

Ci ha provato seriamente con Claudio Marchisio, ma la trattativa si è arenata sulle volontà e i progetti futuri del giocatore, intenzionato a restare fedele alla vecchia maglia juventina, l'unica indossata in Italia eccezion fatta per la brevissima parentesi all'Empoli, e a coltivare aspirazioni di vita all'estero. Niente da fare, dunque, ma l'obiettivo di rinforzare il centrocampo con un profilo di esperienza e carisma resta.

 

Gli occhi del presidente restano fissati sulla lista degli svincolati, dove spiccano nomi importanti. La sua attenzione, ora, sembra essersi focalizzata su 33enne ex Inter Fredy Guarin (nella foto), reduce dall'esperienza in Cina allo Shangai Shenhua e desideroso da tempo di mettere nuovamente radici in Serie A. Significativa a tal proposito fu la sua intervista rilasciata alla Gazzetta dello Sport nel febbraio del 2018, quando dichiarò che pur di tornare all'Inter sarebbe stato disposto a ridursi pesantemente l'ingaggio, addirittura di un quinto rispetto ai dieci milioni percepiti in Oriente. 

 

Centrocampo ma non solo, perché l'altra zona del campo sulla quale il club intende intervenire è la difesa, con priorità al ruolo di centrale. Benatia sembra inarrivabile, Ogbonna difficile e su Paletta la concorrenza è agguerrita. Il nome caldo in queste ore è quindi quello di Adil Rami, altro svincolato classe '85 inserito nelle scorse settimane nella nostra "Top 11". L'ex Marsiglia è stato compagno di squadra di Balotelli anche al Milan nel 2015.

 

Resta in stand by, per ora, l'idea Ignazio Abate. Le priorità sono altre.

 

 

banner assicurazione bottom

bsnews