SERIE C: caos a Modena, il Comune oggi non aprirà le porte del “Braglia”. Il girone B (quello della Feralpi) si troverà con una squadra in meno?

Redazione
Ha del paradossale quanto sta accadendo in queste ore a Modena, dove il Comune, con ogni probabilità, oggi non aprirà le porte dello stadio “Braglia” costringendo i Canarini, che comunque si presenteranno allo stadio al pari del Mestre, alla sconfitta a tavolino.
 
Il motivo dell'astio tra società e l'ente istituzionale cittadino? Semplice, il Comune vanta dei crediti nei confronti della squadra della città di circa 600.000 Euro, una pendenza che il presidente Caliendo si era impegnato ad onorare, ma ad oggi la cifra non risulta versata.
 
Il Modena ha già giocato due partite in un impianto diverso da quello indicato alla Lega come stadio di casa, disputando a Forlì le gare con Vicenza e Renate. Da regolamento, non può disputarne altre, avendo la deroga una valenza appunto di sole due partite. L'alternativa era cambiare le carte in tavola e modificare lo stadio di appartenenza dal “Braglia” di Modena al “Morgagni” di Forlì, ma le giunte comunali appartengono allo stesso partito politico e dunque poco sarebbe cambiato.
 
Potrà il Modena disputare solo le gare fuori casa? No, perchè alla terza sconfitta a tavolino la squadra verrà estromessa dal campionato. Il calendario della formazione di Capuano prevede la gara odierna con il Mestre, dove arriverà la prima sconfitta a tavolino, la trasferta contro il Sudtirol, che il Modena potrà regolarmente giocare, l'impegno casalingo con l'Albinoleffe (seconda sconfitta a tavolino), la trasferta a Fano e un'altra gara in casa contro il Padova. Domenica 29 ottobre potrebbe scattare la terza sconfitta a tavolino e la conseguente esclusione del campionato. Una situazione assurda, senza precedenti in Italia.
 
L'unico modo per risolverla sarebbe un passo di avvicinamento del Consiglio Comunale nei confronti della società, ma considerando i pessimi rapporti esistenti pare uno scenario impraticabile. Intanto, Caliendo ha comunicato di aver trovato l'accordo per la cessione della società a Taddeo, ex presidente del Varese. Si salvi chi può.
 

mc foot

transped foot