Esposito, Spalletti lo convoca per l'Eintracht. E in caso di debutto...

Redazione
C'è anche Sebastiano Esposito, insieme ad altri quattro Primavera, tra i convocati di Luciano Spalletti per la sfida degli ottavi di ritorno di Europa League contro l'Eintracht Francoforte.
 
Tra il caso Icardi, la squalifica di Lautaro Martinez e l'emergenza che in generale sta attanagliando l'Inter ecco che l'allenatore toscano è stato costretto ad attingere ampiamente dalla formazione giovanile. Venti convocati per diciotto posti tra campo e panchina. Uno degli esclusi sarà quasi sicuramente il terzo portiere Berni, verrà poi lasciato in tribuna salvo novità dell'ultim'ora un Primavera tra Zappa, Gavioli, Schirò, Merola e appunto Esposito. Di tutti i convocati l'unica prima punta classica è proprio Sebastiano Esposito, motivo per il quale Spalletti dovrebbe quantomeno portarlo in panchina. Il ragazzo è di fatto un fuori categoria nel campionato di competenza, l'Under 17, tanto che la società nerazzurra l'ha promosso in Primavera dove il tecnico Madonna gli sta dando spazio. Una fiducia ripagata a suon di gol e ottime prestazioni nonostante giochi sotto età.
 
Sarebbe una notte magica per il talento nato il 2 luglio 2002, il medio di tre fratelli scoperti da Roberto Clerici che portò la famiglia (il papà è Agostino, ex allenatore di Bienno e Montichiari tra le altre) da Castellammare di Stabia a Brescia. In ordine cronologico gli Esposito sono di fatto gli ultimi grandi talenti scoperti da Clerici, che in loro intravide un potenziale da fuoriclasse. Un potenziale che non si lasciò scappare nemmeno l'Inter, lesta a portare via i ragazzi dal Brescia e inserirli nelle proprie formazioni giovanili. Salvatore, nato nel 2000, ha fatto tutta la trafila dell'Inter e delle Nazionali e ora si sta ben comportando in C con il Ravenna, Pio, nato nel 2005, è invece uno degli elementi di spicco dell'Under 14 nerazzurra allenata da Christian Chivu.
 
In mezzo c'è Sebastiano, da sempre considerato quello più promettente. In caso di debutto stasera diventerebbe a sedici anni e otto mesi il più giovane giocatore di sempre a esordire con l'Inter in Europa, il secondo assoluto se si considerano tutte le competizioni (il primato assoluto lo detiene Bergomi che esordì in Coppa Italia a sedici anni e un mese). Sarebbe invece record assoluto in caso di esordio in Serie A entro la fine di questa stagione. In ogni caso, è solo questione di tempo per l'inizio di un nuovo percorso.