Notte amara per l'Inter, ma per Esposito è un debutto da record

Redazione
Nottata amara per l'Inter, eliminata dagli ottavi di Europa League tra i fischi di San Siro.
 
Quella di stasera sarà peró una partita indimenticabile per Sebastiano Esposito, attaccante bresciano d'adozione (la famiglia risiede al Villaggio Violino, dove Sebastiano torna spesso) scoperto da Roberto Clerici, che contro l'Eintracht Francoforte ha esordito a livello assoluto tra i professionisti. Spalletti l'ha lanciato in campo al 70', per Esposito subito una girata di testa in area e qualche sponda interessante. Non è bastato il suo ingresso, ne quello dell'altro Primavera Merola, per ribaltare lo svantaggio iniziale firmato Jovic.
 
Esposito, nato il 2 luglio 2002, con l'ingresso in campo di stasera ha centrato una serie di record. È il più giovane interista di sempre a debuttare in Europa, il secondo assoluto dopo Bergomi (esordio in Coppa Italia a sedici anni e un mese) e il più giovane debuttante di sempre se si considerano solamente Serie A e competizioni europee. Esposito è già nella storia, adesso arriva il difficile: mantenere l'umiltà e la voglia di lavorare che l'hanno sempre accompagnato fin dai tempi da quando era un Giovanissimo del Brescia.