default   Interviste

Allenare col supporto di MR2? Con Calciobresciano.it l'abbonamento annuale scende da 49 a 9 euro. Poter usufruire di uno strumento unico costerà solo 75 centesimi al mese

Modernità ed efficienza al servizio degli allenatori. La tecnologia scende in campo grazie a MR2, l'applicazione semplice e intuitiva ideata e sviluppata su misura per le esigenze dei tecnici. Basta un tablet per poter sfruttare questo strumento di lavoro prezioso, utile su tutti i fronti: dall'archiviazione di dati relativi alla propria squadra all'analisi del match, passando per la gestione degli allenamenti e della preparazione delle gare.
In vista dell'anno nuovo Calciobresciano.it ha rinnovato la partnership con MR2 ottenendo condizioni speciali per i mister "nostrani".  

Redazione

Mr2 incontra i mister Gianpietro Piovani: “Dietro alla scrivania mi sono trovato bene, ma nasco e resto un animale da campo. Il mio sogno? Non ho dubbi, allenare il Piacenza”.

La bravura di una società consiste principalmente nello sciegliere in maniera oculata le risorse umane, ovvero le persone che si prenderanno cura dei vari aspetti che caratterizzano la vita di un club calcistico. Ultimamente, nel panorama bresciano professionistico e non, sta sbagliando sempre meno decisioni la FeralpiSalò, partita poco più di cinque anni fa con il forte desiderio di diventare un punto di riferimento significativo presente nel territorio, una missione decisamente compiuta.
Redazione

Mr2 incontra i mister - Alessandro Caldera: "Siamo abituati a sorprendere, la nostra forza è la consapevolezza di avere dei limiti. E i miei giocatori ora hanno messo la caccia in secondo piano..."

Dietro allo stupefacente cammino della Nuova Valsabbia c'è una società seria e organizzata, un gruppo di giocatori ben amalgamato e un ambiente che consente di lavorare con serenità e senza eccessivo stress. Componenti che esaltano le capacità umane e le competenze calcistiche di Alessandro Caldera, che con il passare del tempo è sempre più nettamente il punto di riferimento del progetto tecnico del sodalizio valsabbino. La scorsa stagione, al primo anno di panchina tra i grandi, la conquista di una promozione che sembrava fosse diventata irraggiungibile, ora il primato nel girone G di Prima Categoria grazie a un filotto aperto di sette vittorie consecutive.
Redazione

Mr2 incontra i mister - Sandro Novazzi: "Ho sempre sognato di allenare, ma devo ancora dimostrare molto. Cosa non deve mai mancare nella mia squadra? Corsa, aggressività e determinazione"

La Pro Desenzano è una delle realtà più interessanti di questo primo scorcio di stagione. Alla sua guida un allenatore che da poco ha intrapreso il cammino in panchina, che predica calma e piedi per terra, che, nonostante la sua invidiabile esperienza nel mondo del calcio come giocatore, con grande umiltà dichiara di dover ancora dimostrare di saper svolgere un ruolo tanto delicato. Sandro Novazzi è il leader indiscusso della compagine gardesana, scesa in Prima Categoria dopo i fasti di un recente passato in cui a un certo punto sognare la Serie D non sembrava un'utopia. 
Redazione

Mr2 incontra i mister - Gianluca Manini: "Governolo piazza calda e passionale, proprio come piace a me. Ho avuto la fortuna di allenare tanti fuoriclasse: sono fiero del rapporto costruito con loro negli anni"

Tra gli allenatori che calcano i campi dei dilettanti, Gianluca Manini, nonostante non abbia di certo l'età per essere definito un vecchio guru, è indubbiamente tra i più stimati. Due le caratteristiche sostanziali che lo rendono così considerato: la capacità di coniugare bel gioco e risultati e uno spessore umano notevole, emerso peraltro anche nel corso della nostra intervista. 
Redazione

Mr2 incontra i mister - Ercole "Emer" Romanini: "Altro che prime squadre, il calcio vero mi piace insegnarlo ai giovani. Marco e Matteo? Quando li vedo in campo soffro ancora tantissimo"

Una vita nel pallone, quella di Ercole "Emer" Romanini. Da giocatore sedotto e abbandonato dall'Inter, che in attesa della definitiva consacrazione a lungo l'ha girato in alcune delle piazze più importanti del calcio italiano per poi, all'improvviso, non rinnovargli più la fiducia. Situazioni dolorose, ma che hanno forgiato il carattere di un uomo che anche rivestendo il ruolo di allenatore si è preso vittorie e soddisfazioni.
Redazione

Mr2 incontra i mister - Nicola Gervasi: "Cinque promozioni, l'ultima con il Prevalle mi riempie di orgoglio. Poche parole e concetti chiari i miei dogmi"

Ci sono modi diversi per conquistare la fiducia di un gruppo giocatori,di una dirigenza, più in generale di un intero ambiente. In un momento in cui dalla Serie A alle categorie più inferiori gli allenatori provano a “vendere” e far trasparire una diversa immagine di sé piuttosto di comparire per come sono effettivamente, Nicola Gervasi da Mazzano ha sempre mantenuto un profilo basso, senza andare alla ricerca spasmodica delle luci delle ribalta. E dire che ne avrebbe tutto il diritto, considerando che in pochi possono vantare il suo palmares. 
Redazione

Mr2 incontra i mister - Pietro Cabassi: " Sono orgoglioso dei successi con i grandi, ma da quando lavoro con i giovani ho capito una cosa: ho la possibilità di regalargli un sogno"

Rispettare schemi rigidi e predefiniti non è il modo corretto di intendere il calcio, almeno secondo Pietro Cabassi. Sarà forse per questo motivo che il suo percorso in panchina non si sta sviluppando secondo i canoni classici. L'esordio è avvenuto in prima squadra, i primi successi anche, ma ormai da qualche stagione l'allenatore bresciano, considerato da molti come uno dei migliori nel ruolo, trova maggiori stimoli con i ragazzi del settore giovanile. Per molti passare dai grandi ai più piccoli è qualcosa di cui vergognarsi, per lui è “motivo di orgoglio e un'opportunità di crescita”.
Redazione