Eccellenza, il borsino: Vobarno implacabile, ruggito Vallecamonica, la Calvina stavolta inciampa

Redazione
Come ogni settimana, suddividiamo le protagoniste del campionato di Eccellenza in conferme, sorprese e delusioni. Questo il borsino dopo lo scorso weekend: 
 
LA CONFERMA: Vobarno - Bisogna aggiornare il ruolino di marcia e, soprattutto, non annoverarla più tra le sorprese dopo l'avvio a rilento. Nelle ultime 8 partite le vittorie sono state 6 e i pareggi due; allargando il raggio alle ultime 12, l'unica sconfitta è arrivata di misura contro il Rezzato capolista. Contro la Rigamonti era un duello tra ex deluse che cercavano di superare l'ultimo gradino per rientrare dove speravano di essere a inizio anno, ossia tra i play off. Ha avuto la meglio la squadra di Guerra, con un 2-0 all'inglese ottenuto senza "bomber" a segno a conferma di un gruppo che fa della pluralità degli interpreti il proprio marchio di fabbrica.
 
LA SORPRESA: Vallecamonica - Un ruggito che fa ben sperare in un finale da protagonista, per riprendersi quanto era stato suo nei primi mesi della stagione. A Governolo, su un campo difficile, arrivano allo scadere tre punti che profumano di salvezza. E non solo. Adesso sta a loro decidere cosa voler fare "da grandi", i play off sono a -3
 
LA DELUSIONE: Calvina - Dopo tanti elogi, stavolta finiscono dietro la lavagna. La sconfitta interna con la Castellana, in uno scontro diretto molto delicato, è pesante: dal possibile +9 sulla zona a rischio, ora il gap è di sole tre lunghezze. Conforta tuttavia il +13 sulla penultima, resta un tesoretto da gestire. Ma per la salvezza diretta serve tornare a vincere.