logo app store
logo google play
logo facebook
logo twitter
logo logo cbs cuore
  • Marcatori

banner app nuovo

Premi   MARCATORI
 

Classifica marcatori dilettanti, i leader restano al vertice ma Crescini aggancia Badalotti. Cresce Corridori in Seconda

Come ogni martedì, durante il campionato, ritorna l'appuntamento con la classifica marcatori curata dal nostro sito. Dalla Serie D alla Terza Categoria, ecco tutti i bomber delle nostre squadre (e non solo). In Eccellenza allunga Paghera, mentre in Promozione Crescini completa la rincorsa e aggancia Badalotti. In Prima, Facconi riduce su Ouardi ma sono gli unici in doppia cifra. In Seconda, Corridori si fa minaccioso per i primissimi, in Terza invece Girelli e Tartini continuano la loro corsa spalla a spalla. Di seguito, l'elenco dei migliori bomber in ogni categoria:

Leggi tutto...

DOPPIA CIFRA, obiettivo raggiunto per un inarrestabile Marco Facconi: "Nessuno stadio sarà mai come il mio Bragadina"

E' arrivato in doppia cifra ieri, dopo aver nuovamente segnato e confermato il suo momento di grazia. Era a quota 8 e ci era giunto in poco tempo, a suon di triplette e doppiette. Ieri l'ultima, che gli ha consentito di issarsi a 10 gol in 11 partite. Media devastante per Marco Facconi, rinato a Pralboino dopo qualche stagione in chiaroscuro. Eppure, a 16 anni, l'esordio con la Verolese in Eccellenza era stato folgorante: "Avevo debuttato al Bragadina segnando - ci racconta - per questo nessuno stadio per me sarai come quello". Anche senza la lista dei suoi 10 stadi preferiti, ecco allora la scheda completa compilata da lui stesso:

Leggi tutto...

Classifica marcatori dilettanti, poche novità. Tartini raggiunge Girelli, si consolidano i leader. Crescini-Prandi la coppia d'oro della Calvina

Come ogni martedì, durante il campionato, ritorna l'appuntamento con la classifica marcatori curata dal nostro sito. Dalla Serie D alla Terza Categoria, ecco tutti i bomber delle nostre squadre (e non solo). Mentre in Eccellenza continua il testa a testa tra Paghera e Triglia, in Promozione Badalotti va a +1 sul tandem della Calvina Crescini-Prandi, mentre in Prima e in Seconda si confermano Ouardi e Corioni (senza segnare). In Terza, Tartini aggancia Girelli: in doppia cifra pure Donzelli e Ferrari.

Leggi tutto...

DOPPIA CIFRA, tocca a Carmine Marrazzo. E' di Nocera Inferiore, ma è il bomber più amato dai bresciani. E dai varesini, ieri dopo una tripletta è arrivato a quota 11: "Ma quella col Rodengo a Verona..."

Non ha bisogno di presentazioni, non è nemmeno la prima volta che ci occupiamo di lui. Ma è mica colpa nostra se fa gol ovunque, da Polpenazze a Piacenza passando per Varese. Senza dimenticare gli anni con Rodengo Saiano e Salò. Carmine Marrazzo ha un pregio, comune a pochissimi, dilettanti o professionisti che siano. E' nato a Nocera Inferiore, ma è il bomber più amato dai bresciani e da tanti altri luoghi del nostro Paese dove si è fatto amare a suon di gol. Varese, dove sta dominando con i suoi compagni il girone A di Eccellenza, l'ultimo eldorado di una lunga lista: ieri con la tripletta al Vittuone è arrivato a quota 11 in stagione, per questo l'appuntamento settimanale con Doppia Cifra tocca a lui. Gli abbiamo concesso anche uno strappo alla regola: "Nessuna formazione con i migliori 10 compagni della mia vita, non c'è posto per tutti e deluderei troppe persone". Solo per questa volta, solo perché è lui...

Leggi tutto...

Lorenzo Paghera supera Fiammetti: 7 giornate consecutive a segno, per ora nessuno come lui. Ma Ouardi è impressionante: 10 reti nelle ultime 6 partite

Ci stiamo divertendo in questa stagione, come accade per i portieri, a tenere d'occhio la "serialità" degli attaccanti delle nostre squadre. Perché è importante fare tanti gol, ma avere continuità di rendimento è persino più dura. Meglio segnare un gol ogni settimana, per esempio, piuttosto che abbuffarsi due settimane e rimanere poi a secco per un mese. Sino a ieri, il migliore in assoluto era stato Angelo Fiammetti, Scarpa d'Oro in carica, bravo a mettere il suo nome sul tabellino per le prime 6 domeniche consecutive della stagione con la maglia della Nuova San Paolo.

Leggi tutto...

Classifica marcatori dilettanti, non si fermano Paghera, Prandi e Ouardi. Corioni passa Campolo e "raggiunge" Girelli

Come ogni martedì, durante il campionato, ritorna l'appuntamento con la classifica marcatori curata dal nostro sito. Dalla Serie D alla Terza Categoria, ecco tutti i bomber delle nostre squadre (e non solo). Continua a macinare gol Paghera, arrivato alla sesta giornata consecutiva a segno con il suo Vobarno; a tallonarlo è Triglia, si prefigura un duello che potrebbe andare avanti sino alla fine. Prandi raggiunge Badalotti in Promozione, mentre in Prima continua la corsa a ritmi altissimi di un insaziabile Ouardi cui prova a stare dietro Facconi; in Seconda, Corioni approfitta del suo tris e della squalifica a Campolo per superarlo, mentre in Terza Girelli non segna ma resta al comando.

Leggi tutto...

DOPPIA CIFRA, tocca a Fabio Tartini raggiungere il traguardo: la sua storia, i suoi "10" raccontati a Calciobresciano.it

Ha segnato tanti gol quanti sono i punti del suo Cadignano, in Terza Categoria. 10, cifra perfetta per gli attaccanti (specie se raggiunta già a inizio novembre), un po' meno per un club. Fabio Tartini è il protagonista di 'Doppia Cifra' questa settimana e si racconta a Calciobresciano.it tracciando la sua carta d'identità ed esprimendo la propria top ten legata al mondo del calcio. Nato a Desenzano ma calcisticamente sempre appartenuto a squadre bassaiole, con tanti gol in cassaforte (molti di testa, il suo punto forte) pur essendo un classe 91, ci tiene a "ringraziare i miei genitori e miei amici per il sostegno che mi hanno sempre dato e soprattutto la mia ragazza che è la mia prima tifosa".

Leggi tutto...

DOPPIA CIFRA, la nuova rubrica dedicata ai giocatori che tagliano il traguardo delle dieci reti: si parte con Alberto Campolo e la sua "febbre del gol"

"Attaccante da doppia cifra garantita". Solitamente, il sogno estivo di ogni presidente e allenatore, in un calcio dove le prime punte vecchio stampo sono in estinzione come. C'é chi il traguardo lo raggiunge a maggio, magari su rigore in una partita dove non si ha piú nulla da chiedere al campionato, c'é chi si professa "bomber" e invece non la butta dentro manco di striscio, c'é poi chi con poche parole e tanti fatti dimostra fin da subito di essere una garanzia. Dopo Girelli, ad aver giá raggiunto la doppia cifra é Alberto Campolo, triumplino, classe 1981, attaccante. Uno di quelli che se anche non segna aiuta la squadra, tiene palla nei momenti delicati, ma che soprattutto sotto porta é letale e a fine anno un cospicuo bottino di gol lo assicura sempre.    Domenica ha realizzato una doppietta contro il Serle, subentrando dalla panchina e ribaltando di fatto la gara: "Soffrivo per un affaticamento muscolare e dunque il mister ha preferito lasciarmi fuori dall'undici titolare, la partita però si é messa male e sono contento che il mio ingresso abbia dato la scossa. A livello di squadra e personale viviamo un momento davvero felice."   Giá, perché il Roncadelle é primo in classifica grazie alle sette vittorie ottenute in otto gare: "La rosa é competitiva, la societá é stata abile in estate nel puntellare l'organico in alcuni ruoli delicati, come i centrali di difesa. Per quanto mi riguarda invece mi trovo benissimo nel sistema di gioco utilizzato da mister Olivari, dato che giocando con il 4-3-3 sono il solo terminale offensivo e la squadra mi recapita parecchi palloni. Mi piace essere presente all'interno dell'area di rigore avversaria e questo sistema di gioco indubbiamente mi valorizza."   Campolo é però un attaccante completo, capace di segnare di rapina, ma anche in grado di gonfiare la rete con gol di pregevole fattura. Dei dieci realizzati sin qui ne sceglie due: "Per l'importanza e per il momento quello realizzato a Cellatica in pieno recupero mi ha dato una gioia particolare, mentre a livello estetico scelgo quello contro il Valtenesi: azione personale e gran sinistro a giro all'incrocio. Segnare é sempre bello, quando poi arrivano i risultati di squadra é il massimo."   L'obbiettivo dei rossoblu é chiaro: "Restare in vetta il piú possibile, anche se l'importante é essere davanti a tutti a maggio. L'anno scorso partimmo bene per poi fare male nel girone di ritorno, perdendo il treno playoff all'ultimo minuto dell'ultima giornata. Una beffa amara, anche perché disputare quel tipo di gare aumenta l'esperienza di un gruppo, in particolare dei giovani. Quest'anno ci riproviamo, siamo solidi e a differenza del passato quando andiamo in vantaggio difficilmente ci facciamo raggiungere".    La seconda giovinezza che Campolo sta vivendo in tal senso aiuta, anche se il capocannoniere della Seconda tiene a specificare una cosa: "Sí, possiamo parlare di seconda giovinezza perché non ero mai partito cosí bene e fisicamente mi sento benissimo, ma da sei anni consecutivi raggiungo la doppia cifra, tra i tre al Park Hotel e gli scorsi due a Roncadelle. La stagione passata furono diciannove, non nascondo che mi piacerebbe migliorare quella cifra. Vorrei anche competere fino all'ultimo per la Scarpa d'Oro, un obbiettivo prestigioso a cui ambisco."   Maturità ed esperienza si riflettono in tanti aspetti: "Ho imparato a gestirmi, a non forzare determinate situazioni pur di giocare o fare allenamento al massimo. Mi piace anche farmi sentire nello spogliatoio, ovviamente senza alzare la voce e in maniera costruttiva. Abbiamo ragazzi di valore, ma che a volte non sanno contro chi si gioca la domenica. So di essere una figura importante per la squadra, sono il piú vecchio e dunque vengo rispettato e proprio perché so che i giovani mi ascoltano provo a dare l'esempio, dal punto di vista della voglia e del comportamento."   Una voglia che in campo si materializza nella determinazione e cattiveria in zona gol: "Ho scelto un'esultanza particolare, quella di Ronaldo con il braccio alla fronte, coniata ai tempi del Real Madrid. Rappresenta la febbre per il gol, una febbre che anche io in questo momento mi sento addosso e spero non passi mai."   Una febbre che, in maniera figurata, lo costringerà domenica a rimanere a letto: "Ho rimediato due cartellini gialli domenica, il primo per aver ecceduto nell'esultanza dopo aver segnato, il secondo a causa di un pallone gettato via dopo un fischio dell'arbitro. Due ammonizioni un po' particolari, ma l'arbitro ha scelto di applicare alla lettera il regolamento. Peccato, farò il tifo per i miei compagni che di certo non mi deluderanno."   In attesa di tornare in campo e andare alla ricerca dell'unico gol che finora manca: "Stranamente non ho ancora segnato di testa, mi piacerebbe decidere una partita con un'incornata di potenza. Magari al novantesimo, perché nel decidere una partita in zona extremis c'é molto piú gusto." Un bomber davvero insaziabile.   I DIECI di Alberto Campolo   Attaccanti preferiti:   -Vieri -Van Basten -Batistuta -Ronaldo -Roberto Baggio -Raul -Ibrahimovic -Higuain -Caracciolo -Cristiano Ronaldo   Allenatori per cui vorresti giocare:   -Ancelotti -Mourinho -Terim -Guardiola -Mazzone -Klopp -Ferguson -Wenger -Capello -Iachini   Terreni di gioco a cui sei legato:   -"Dei Pini", Villa Carcina -"Rossaghe", Lumezzane -"Comunale", Roncadelle -"Pola", Borgosatollo -"Comunale", Sarezzo -"Comunale", Cellatica -"Comunale", Nave -"Comunale", Ospitaletto -"Colombo", Castenedolo -"Comunale", Padenghe   Compagni in campo:   1 Tosi, 2 Fenaroli, 3 Dorosini, 4 Prandelli, 5 Germani, 6 Andrea Cucchi, 7 Vernali, 8 Pezzoli, 9 CAMPOLO, 10 Gabriele Bosetti, 11 Stamerra        

Liceo-Calvesi

  • 1
  • 2
  • 1
  • 2