Furaforte, Spreafico e Paravicini puntano in alto. Ome ottimista, Roncadelle non molla

Redazione

Dal calcio amatoriale alle categorie dilettantistiche. Ecco le voci dei protagonisti del weekend di premiazioni al Kacao One Club.

 

Partiamo dalle squadre, con il Roncadelle che è stato protagonista di un gennaio pazzesco, ma in seguito è incappato in un calo che, con ogni probabilità, impedirà di coltivare sogni di gloria, come racconta Michele Mendini. “Il primo mese dell'anno è stato da incorniciare. Abbiamo incontrato rivali davvero forti e le abbiamo battute, poi il rendimento e i risultati non sono stati più gli stessi. Siamo un bel gruppo, che si esalta nelle sfide importanti, però probabilmente il nostro limite è quello di non riuscire ad avere la stessa mentalità nelle gare sulla carta più semplici, dove spesso finiamo per complicarci la vita. L'obiettivo erano i play-off, ma i risultati delle ultime settimane l'hanno reso quasi impossibile. Dobbiamo restare comunque sul pezzo e affrontare una partita alla volta per vincerne il più possibile. Vietato mollare”.

 

Chi non ha nessuna intenzione di fermarsi è l'Ome, che ha trovato maggiore continuità. “Stiamo facendo grandi prestazioni - afferma Mirko campo – ci stiamo mettendo davvero l'anima per ottenere qualcosa di importante. Ad oggi la nostra stagione è incredibile, sembrava impossibile fare un cammino di questo tipo, ma è tutto vero. Viviamo di settimana in settimana e daremo tutto per vincere ogni gara da qui alla fine”.

 

Per i franciacortini è arrivato anche un premio individuale, quello assegnato a Furaforte come miglior giocatore del mese: “Fin dalla preparazione estiva abbiamo lavorato sodo, i frutti li stiamo raccogliendo con il passare del tempo. Personalmente spero di fare più gol possibili per aiutare la squadra. Pochi punti ci separano dalle prime, quindi ogni partita avrà una posta in palio pesante. Il premio è motivo d'orgoglio, ma va condiviso con società, mister e compagni. Le mie fonti d'ispirazione? Vista l'altezza direi Miccoli, ma in generale credo di ispirarmi semplicemente a me stesso”.

 

Tra i migliori rappresentanti del calcio dilettantistico c'è anche Spreafico del Cologne: “Per me è stata una stagione importante. Ho trovato continuità nelle presenze e nei gol. La squadra in certi momenti ha fatto fatica, ma ne stiamo uscendo tutti insieme, raccogliendo punti che fanno sempre crescere l'ottimismo. La società chiede la salvezza, ma non ci accontentiamo: la speranza è quella di agguantare i play-off. L'attaccante che ammiro di più oggi? Kane”.

 

A Paravicini del Cazzagobornato, infine, la palma di miglior giovane di gennaio: “Siamo partiti con in testa l'obiettivo salvezza, ma avendo già messo in tasca i 40 punti siamo tranquilli e possiamo alzare l'asticella in ottica play-off. Che tipo di giocatore sono? Il mister mi paragona a 'Dani Alves', bravo ad attaccare, meno a difendere. Io guardo Cancelo in tv e provo a imparare da lui. Dedico questo premio a tutti i miei compagni”.

 

 

banner assicurazione bottom

bsnews