Identiquota, puntata numero 19: Nicola Corradini

Redazione
Sta trovando continuità, di prestazioni e di gol, questo esterno offensivo classe 1999.
 
Trafila nel settore del giovanile dell'Aurora Travagliato, coronata con la vittoria nel Bresciaoggi, primo passo con i grandi a Ome. Un vero e proprio exploit nel girone di ritorno per Nicola Corradini, già autore di tre gol, quattro nel complesso se si considera anche il primo realizzato a Bienno durante l'andata.
 
Icardi e Sanè sono i modelli di riferimento. Gol e sgroppate sulla fascia difficilmente mancheranno.
 
Nome: Nicola
Cognome: Corradini
Nato il: 24/08/1999
A: Brescia
Nazionalità: italiana
Residenza: Travagliato (Bs)
Professione: Operaio (idraulico)
Altezza: 1,80 m
Peso: 75 kg
Piede: Sinistro
Il momento dell'innamoramento: all'età di otto anni
Da bambino sognavo di: diventare un calciatore famoso
Gesto tecnico preferito: dribbling
Devo migliorare in: devo imparare a rimanere attento tutta la partita
Settore giovanile: Aurora Travagliato
L' allenatore nel settore giovanile da cui ho imparato di più: Ivan Battaini, Romeo Barucco
Esordio in prima squadra: settembre 2017
Carriera in prima squadra: Uso Ome
Primo gol "tra i grandi": Bienno-Ome, campionato Promozione
Ruolo: Esterno
Squadra del cuore: Inter
Il momento più bello da tifoso: vittoria della Champions nel 2010
Fonte di ispirazione: Mauro Icardi
In campo assomiglio a: Leroy Sané 
La canzone che mi carica prima della partita: Goosebumps
Scarpe da calcio che indossi: Adidas
Piatto preferito: pasta al pesto
La macchinata ideale: io, Omar El Rhali, Guido Pitozzi, Nicolas Gavazzeni
Cena a lume di candela con: Marco Micale
La partita che non dimenticherò: Aurora Travagliato-Rigamonti, vittoria del Bresciaoggi
Il senatore bastonatore: Paolo Breda
L'identiquota che consiglio: Nicolas Gavazzeni
 

stands

transped foot