Puntata numero 11: Giuseppe Boldini

Redazione
La Feralpisalò gli ha dato la possibilità di affacciarsi al mondo dei grandi, ma ora la testa è solo per l'SDL Rezzato.
 
Giuseppe Boldini domenica scorsa ha tagliato il traguardo del primo gol in carriera a livello di prima squadra, una bella soddisfazione per chi tra i gesti tecnici preferiti inserisce il contrasto. Passo dopo passo l'obbiettivo è riprovare l'ebrezza del professionismo. Conosciamo meglio questo ragazzo classe 1998:
 
Nome: Giuseppe
Cognome: Boldini
Nato il: 03/10/1998
A: Desenzano del Garda (Bs)
Nazionalità: italiana 
Residenza: Visano (Bs)
Professione: Calciatore
Altezza: 176 cm
Peso: 74 kg
Piede: destro
Il momento dell'innamoramento: da piccolo quando andavo a vedere mio papà 
Da bambino sognavo di: diventare calciatore
Il gesto tecnico preferito: contrasto 
Devo migliorare in: tiro in porta
Settore giovanile: Ac Montichiari e Feralpisalò
L'allenatore nel settore giovanile da cui ho imparato di più: Gianpiero Piovani 
Esordio in prima squadra: Feralpisalò-Reggiana, Tim Cup 1 agosto 2016
Carriera in prima squadra: Feralpisalò, Sanremese e SDL Rezzato
Primo gol “tra i grandi”: settimana scorsa Rezzato-Pontisola 
Ruolo: centrocampista 
Squadra del cuore: Inter 
Il momento più bello da tifoso: anche se ero piccolo la vittoria della Champions nel 2010
Fonte di ispirazione: Javier Zanetti 
In campo assomiglio a: Non saprei 
La canzone che mi carica prima della partita: Calling (Alesso e Ingrosso)
Scarpe da calcio che indossi: Nike Tiempo 
Cena a lume di candela con: Belen Rodriguez 
Piatto preferito: Lasagne
La macchinata ideale: Marco Ruffini, Alberto Boschetti 
La partita che non dimenticheró: FeralpiSalò-Gubbio esordio in serie C
Il senatore bastonatore: non uno in particolare 
L'Identiquota che consiglio: Simone Bacchin (Breno)
 

banner assicurazione bottom

transped foot