Terza: super Rovizza, pazzesco Chiesanuova, Castelcovati a picco

Redazione
Tempo di Borsino per le squadre di Terza Categoria. Diviso per ogni categoria, il nostro borsino analizza le dinamiche delle formazioni bresciane già nelle ore successive alle partite della domenica. Dividiamo le squadre prescelte in conferme, sorprese,delusioni. Queste le nostre relative all'ultimo turno:
 
LA CONFERMA: Rovizza
 
In grande ascesa la compagine di Sirmione, che viaggia a ritmi altissimi e con l'incredibile pareggio del Paitone si è portata a sole quattro lunghezze dalla capolista. I numeri del Rovizza fanno paura: striscia aperta di quattro vittorie senza subire gol, tra cui l'ultima su un campo non semplice come quello delle Nuove Legioni Calcinatesi, un filotto di imbattibilità che dura da quattordici partite e un rendimento nel girone di ritorno da diciassette punti sui ventuno disponibili. I giochi sono più aperti che mai nel girone C, il Rovizza è pronto a dire la sua.
 
LA SORPRESA: Chiesanuova
 
Quando la prima della classe va avanti di due gol e si fa rimontare nel finale fino al 2-2 vanno 
individuati meriti e demeriti. Di sicuro va riconosciuto il carattere e l'orgoglio del Chiesanuova, che domenica, da ultimo in classifica, si è reso appunto protagonista di una partita per certi versi incredibile. Il doppio vantaggio sembrava un ostacolo impossibile da recuperare, invece la compagine cittadina ha trovato per ben due volte la via del gol. Il punto permette di agganciare il Manerba, fermo a quota cinque, ma più che per la graduatoria il risultato di domenica serve per l'onore. Il Chiesanuova ha dimostrato che con sudore e voglia ogni partita può regalare soddisfazioni.
 
LA DELUSIONE: Castelcovati
 
Era forse uno dei pochi impegni in cui potersela giocare, i granata invece hanno faticato parecchio incappando nell'ennesima goleada stagionale. I sei gol incassati dall'Oratorio Mompiano penultimo sono forse l'emblema delle problematiche riscontrate in stagione dai franciacortini. Una vittoria, venti sconfitte, quattordici reti realizzate e centosette subite, nessuno nel panorama bresciano ha fatto peggio. C'è comunque da riconoscere del merito ai giocatori che stanno provando a chiudere il campionato con dignità: impresa non facile, ma la passione per il pallone spesso va oltre alle difficoltà di classifica.
 

vaia car

transped foot