Eccellenza: Breno con il piede giusto, buon punto per il Vobarno, l'Orsa è già ferita

Redazione
Ripartono i campionati, ripartono i nostri Borsini. Divisi per ogni categoria, analizzano le dinamiche delle compagini bresciane già nelle ore successive alle partite della domenica. Dividiamo le squadre prescelte in conferme, sorprese, delusioni. Queste le nostre relative alla giornata di ieri:
 
LA CONFERMA: Breno
 
Non poteva esserci partenza migliore per i camuni, che dopo il buon inizio in Coppa si ripetono anche in campionato espugnando un campo non semplice come quello di Bedizzole. Lo fanno senza brillare, ma spesso questo tipo di affermazioni, sofferte e sul filo di lana, aiutano la crescita di un gruppo ancora più di un successo in goleada. Ci sono poi altri due fattori che possono far sorridere il tecnico esordiente Tacchinardi: la reazione positiva dopo l'errore dal dischetto di Sorrentino, con il Breno che non si è per nulla abbattuto, e il gol vittoria realizzato da Melchiori, subentrato dalla panchina e decisivo nel finale. Segno che il gruppo sta remando nella giusta direzione.
 
LA SORPRESA: Vobarno
 
Il Telgate è una neopromossa solo sulla carta, perchè organico e aspettative sono di prim'ordine per la categoria e con ogni probabilità gli orobici occuperanno stabilmente i quartieri nobili della graduatoria. Serviva una prova soprattutto di carattere per uscirne indenni e il Vobarno l'ha sicuramente offerta. Ottimo l'approccio alla gara, subito sbloccata con Salomoni, lodevole anche la reazione dopo l'uno-due bruciante dei rivali a inizio ripresa. Alla fine è maturato un pareggio tutto sommato soddisfacente, per un punto che fa bene al morale e all'autostima.
 
LA DELUSIONE: Orsa Iseo Intramedia
 
Chi invece deve rivedere qualcosa nel suo inizio di stagione è l'Orsa Iseo Intramedia, deludente in Coppa e ko in maniera pesante anche nel debutto in campionato. Iniziare con sei gol incassati in casa non è certo un segnale positivo, anche se a parziale discolpa va segnalata l'espulsione di Federici a metà primo tempo, un fallo che ha causato il rigore dell' 1-3 e lasciato i sebini in inferiorità numerica. Un sussulto da parte della compagine di Rosin c'è stato, ma gli squilli di Donati e Martinelli servono solo a rendere meno amara una sconfitta che fa già rumore.
 
Dagli altri campi
 
ALBINOGANDINO-GOVERNOLESE 7-2
(2 Masinari, Pulcini, 3 Confalonieri, Savoldelli - 2 Ghezzi)
BRUSAPORTO-VIRTUS GARDA GRUMELLESE 2-0
(Lorenzi, Ferrari)
CALCIO ROMANESE-CASAZZA 0-0
SAN LAZZARO-VERTOVESE 1-2
(Bonaiuto - Torri, Drago)
 

stands

transped foot