Prima Categoria: Bienno Civitas e Dellese a forza quattro, cosa succede all'Urago Mella?

Redazione
Ripartono i campionati, ripartono i nostri Borsini. Divisi per ogni categoria, analizzano le dinamiche delle compagini bresciane già nelle ore successive alle partite della domenica. Dividiamo le squadre prescelte in conferme, sorprese, delusioni. Queste le nostre relative alla giornata appena disputata:
 
LA CONFERMA: Bienno Civitas
 
Un punto nelle prime tre partite, poi solo vittorie ad eccezione della sconfitta per certi versi incredibile contro il fanalino di coda Saiano. La crescita dei camuni è sotto gli occhi di tutti ed è arrivata prepotente a suon di gol, se consideriamo che nessuna bresciana di Prima Categoria ha segnato così tanto (22 i gol in totale realizzati). Una vera macchina da guerra in fase offensiva che però va ancora registrata dal punto di vista dell'equilibrio e della solidità. In ogni caso, attualmente i rossoneri fanno paura e sono tra i maggiori candidati al primo posto finale. Ne sa qualcosa il Valtrompia, schiantato con quattro gol e di fatto mai in partita, ma contro questo Bienno Civitas è difficile resistere.
 
LA SORPRESA: Dellese
 
L'ambientamento con la categoria è risultato faticoso, tanto che nel girone H i bassaioli sono ancora la bresciana con meno punti conquistati. I segnali di ripresa sono però netti e domenica è arrivata la palese dimostrazione di come questo organico, tutto sommato buono per la Prima, stia a iniziando a tirare fuori le proprie potenzialità. Spicca la tripletta di Pietroboni, ma contro una compagine tosta come il Suzzara tutto il collettivo ha disputato una buona prestazione, come attesta il rotondo punteggio finale. Con questa determinazione la salvezza è senza dubbio alla portata.
 
LA DELUSIONE: Urago Mella
 
Non decollano i rossoblu, il cui problema maggiore è la continuità: da inizio campionato non sono ancora arrivati due risultati utili consecutivi, fatto per certi versi inspiegabile se consideriamo che la rosa dell'Urago Mella vanta al suo interno elementi di spessore sia dal punto di vista tecnico sia caratteriale. In un campionato dove non vi è ancora un padrone assoluto, la formazione cittadina ha tutte le carte in regola per rientrare nei piani alti e lottare come nel recente passato per i più ambiziosi obbiettivi (non va dimenticato che l'Urago Mella deve anche recuperare la partita con il Calcinato), ma la sconfitta interna contro il Bovezzo è l'ennesimo passo falso di questa prima parte di campionato negativa. 
 
 
 
 
 
 

banner assicurazione bottom

transped foot