Prima Categoria: Lodrino beffato, ma primo da solo. Compleanno amaro per il Calcinato, la Nuova Valsabbia vince per Livio

Redazione
Categoria per categoria, ecco i nostri Borsini. Divisi per ogni categoria, analizzano le dinamiche delle compagini bresciane già nelle ore successive alle partite della domenica. Dividiamo le squadre prescelte in conferme, sorprese, delusioni. Queste le nostre relative alla giornata appena disputata:
 
LA CONFERMA: Lodrino
 
Sentimenti contrapposti in casa biancoverde: da una parte l'amarezza per il gol subito in pieno recupero nel derby contro il Valtrompia, dall'altro l'orgoglio di aver conquistato un punto che ha permesso di ottenere il primato solitario della graduatoria, anche grazie ai risultati provenienti dagli altri campi. Probabilmente preverrà più il primo, ma a inizio stagione in pochi, considerando anche la folta concorrenza presente in questo girone, avrebbero pronosticato il Lodrino in testa da solo a 90' dal termine del girone d'andata. Percorso molto positivo.
 
LA SORPRESA: Nuova Valsabbia
 
Sei sconfitte consecutive e la scomparsa dell'amatissimo Direttore Livio Scaramella. Crollare o risalire, queste le due strade percorribili dal gruppo di Ligarotti. La Nuova Valsabbia ha scelto la prima via e con tanto carattere e spirito di squadra ha strappato al Sellero una vittoria di misura tanto preziosa quanto sofferta. Striscia negativa interrotta e un pensiero a Livio, che da lassù aveva tanta voglia di festeggiare insieme ai suoi ragazzi.
 
LA DELUSIONE: Calcinato
 
Avvio roboante, tanto che l'obbiettivo playoff sembrava alla portata. Chiariamoci subito, nel girone G di quest'anno tutto può davvero succedere e basta un filotto di tre-quattro vittorie per aprire scenari imprevedibili, ma il Calcinato sta attraversando un periodo non certo felice, a ridosso tra l'altro del suo settantesimo compleanno compiuto in settimana. La vittoria di settimana scorsa contro lo Sporting Club Brescia aveva rappresentato la fine di una striscia negativa senza i tre punti durata otto partite, il ko casalingo contro un avversario pur valido come il Cellatica fa capire come il Calcinato non sia ancora del tutto guarito. Ad oggi i rossoblu disputerebbero i playout, servirà chiudere bene l'anno e ripartire alla grande nel 2019 per scongiurare situazioni pericolose.
 
 

banner assicurazione bottom

bsnews