Prima Categoria: Bagnolese regina d'inverno, sorpresa S.C. Brescia, il Bienno Civitas chiude male

Redazione
Categoria per categoria, ecco i nostri Borsini. Divisi per ogni categoria, analizzano le dinamiche delle compagini bresciane già nelle ore successive alle partite della domenica. Dividiamo le squadre prescelte in conferme, sorprese, delusioni. Queste le nostre relative alla giornata appena disputata:
 
LA CONFERMA: Bagnolese
 
Traguardo che non significa ancora nulla, ma intanto bella soddisfazione per la Bagnolese, che chiudono il girone d'andata da Campioni d'Inverno. Lo fanno con merito, perchè sia sul piano delle prestazioni sia su quello caratteriale nessuno sta trovando la loro continuità. La classifica è ancora cortissima e tra le pretendenti al primo posto finale ci sono ancora almeno altre cinque squadre, ma il segnale della Bagnolese è arrivato forte e chiaro: ai nastri di partenza del girone di ritorno saranno loro a guardare tutti dall'altro.
 
LA SORPRESA: S.C. Brescia
 
Non sta passando inosservato lo splendido campionato dei cittadini, che dopo due anni non brillanti (nella passata stagione si salvarono all'ultimo secondo dei playout) sono finalmente protagonisti di un'ottima prima parte di stagione in Prima Categoria. Meno nomi altisonanti rispetto al passato, ma una rosa con tanti giocatori funzionali e giovani desiderosi di mettersi in mostra. Un mix che sta risultando vincente e ha permesso di chiudere con diciassette punti nelle ultime otto partite, una media che ha portato la compagine di Leonardi all'attuale quinto posto solitario. Ottimo lavoro.
 
LA DELUSIONE: Bienno Civitas
 
Il risultato meno prevedibile dell'ultima giornata è senza dubbio il pesante ko dei rossoneri nel derby contro il Sellero, un 4-1 che per come è maturato lascia poco spazio a recriminazioni. E dire che il Bienno Civitas era pure passato in vantaggio, poi il vuoto totale con i due gol a inizio ripresa a sancire di fatto la fine della partita. Un altro passo falso dopo i pareggi con Urago Mella e Rodengo: il calendario di certo non ha aiutato, ma in pochi pensavano a una chiusura di andata così negativa. La vetta dista ora cinque punti, ma c'è comunque tutto il tempo per recuperare.
 

banner assicurazione bottom

bsnews