Promozione: il bilancio a quattro giornate dalla fine

Redazione
Categoria per categoria, ecco i nostri Borsini. Divisi per ogni categoria, analizzano le dinamiche delle compagini bresciane già nelle ore successive alle partite della domenica. Una conferma, una delusione e la novità del 2019 con il risultato a sorpresa:
 
LA CONFERMA: La forza delle bresciane
 
A inizio anno scrivemmo che almeno un paio di squadre mantovane avrebbero potuto insidiare le nostre rappresentanti nei piani alti della classifica, le bresciane hanno invece dato grande prova di forza dall'inizio del campionato. Il primo posto verrà assegnato a una tra Lumezzane Vgz e Prevalle (domenica prossima sarà tempo di scontro diretto...), l'Ome ha disputato un girone di ritorno pressochè perfetto, Sporting Desenzano, l'ottimo Lograto, Real Dor e Vighenzi seguono a ruota. Nei primi sette posti ci sono sette bresciane, nei seguenti sette ecco le mantovane. Non è un caso che pur spendendo meno alcune delle nostre squadre si siano piazzate davanti alle rivali della provincia mantovana: prendiamo ad esempio il Lograto, che grazie al grande lavoro a livello organizzativo, di scelta e di crescita dei giocatori sviluppato dal Direttore Tarana e da mister Santini ha messo in riga parecchie squadre a inizio anno più quotate. Bresciani do it better.
 
LA DELUSIONE: Unitas Coccaglio e Nuvolera
 
C'è però da aggiungere che due delle tre squadre che saluteranno la categoria sono due bresciane  l'Unitas Coccaglio e il Nuvolera. Le sconfitte di ieri in due scontri diretti allontanano quasi ufficialmente le speranze salvezza. Due percorsi diversi per le due società, con l'Unitas che non ha saputo colmare il vuoto lasciato in estate da mister Fabio Raineri, capace negli ultimi anni di conquistare la Promozione e di salvarla con idee, risultati e un budget ridotto. Quest'anno prime difficoltà con Barcellandi in panchina, ma nemmeno il cambio di guida tecnica e l'arrivo di Fornasari ha migliorato particolarmente le cose, anzi la squadra non ha quasi mai reagito alle varie avversità.
 
Era risaputo infine che il Nuvolera andasse incontro a un compito forse fin troppo difficile. Squadra completamente nuova e parecchio giovane, che in un campionato arduo come la Promozione non ha saputo ottenere una continuità di risultati utile ad avvicinare la salvezza. Va però sottolineato come i neroverdi abbiano sempre onorato al massimo tutti gli impegni, provando con voglia e determinazione a fare il meglio possibile. I limiti a livello di rosa erano però troppi per evitare una retrocessione che sembra ormai scritta.
 

banner assicurazione bottom

bsnews