Eccellenza: le bresciane continuano a fare fatica

Redazione
Parte una nuova rubrica di analisi e approfondimento dopo ogni giornata.
 
Tre sentenze per ogni categoria, tre considerazioni derivanti da quanto visto e successo nell'ultimo turno relative ai singoli o alle squadre. Cercheremo di esaltare aspettivi positivi, ma basandoci su risultati e numeri anche qualche considerazione “negativa” potrà essere negativa. Le tre sentenze in Eccellenza:
 
VALCALEPIO-DARFO A RUOLI INVERTITI
 
Da una parte una neopromossa, da un'altra una retrocessa dalla Serie D. Eppure le due categorie di differenza che fino all'anno scorso c'erano tra le due squadre non si sono viste, anzi tra Valcalepio e Darfo Boario in questo momento c'è un abisso in favore degli orobici. Il Valcalepio prosegue la sua marcia al comando della graduatoria (insieme alla sorpresa Romanese), trascinata da un Lorenzi che potrebbe entrare nella storia centrando la quarta vittoria consecutiva dell'Eccellenza con quattro squadre diverse. Dall'altro lato un Darfo spento, scarico, quasi rassegnato, che dopo cinque partite registra il poco invidiabile score di una vittoria e quattro sconfitte. Ed è già fuori dalla lotta per il primato...
 
IL PREVALLE DEVE MANGIARSI LE MANI
 
Gran partita sul campo di una delle corazzate del girone, ma non è bastato per portare a casa punti preziosi per il morale e per la classifica. Ancora più beffarde le modalità della sconfitta, perchè dopo aver acciuffato il pari a una decina di minuti dal termine con Vigani, solo una sfortunata autorete nel recupero ha dato modo al Telgate di portare a casa l'intera posta in palio. Per il Prevalle non mancano i segnali incoraggianti, ma serve evidentemente ancora più determinazione e concentrazione per muovere la classifica e soprattuto lo zero dalla casella vittorie.
 
IL RENDIMENTO DEL CAZZAGOBORNATO INIZIA A PREOCCUPARE
 
L'altra bresciana ferma a quota zero vittorie è il CazzagoBornato, che contro un avversario pur superiore come il Lumezzane poteva fare meglio a livello di prestazione. E' mancata soprattuto la capacità di reagire alle folate dei valgobbini, che hanno chiuso la pratica in una decina di miuti poco dopo la metà del primo tempo. Il Cazzagobornato deve ritrovare al più presto quella cattiveria agonistica che aveva contraddistinto la precedente stagione, perchè guardando adesso la classifica la necessità di fare punti è evidente. 
 

Banner Transped articoli

bsnews