Promozione, il Borsino: vittoria di spessore per la Vighenzi, uragano Real Dor, l'Ome sprofonda

Redazione
Tempo di borsino per le squadre di Promozione. Diviso per ogni categoria, il nostro borsino analizza le dinamiche delle formazioni bresciane già nelle ore successive alle partite della domenica. Dividiamo le squadre prescelte in conferme, sorprese,delusioni. Queste le nostre relative all'ultimo turno:
 
LA CONFERMA: Vighenzi
 
Non era facile imporsi in trasferta contro una delle squadre più in forma del campionato, la Vighenzi ci è riuscita orchestrando per carattere e spirito una delle prestazioni migliori della stagione. Dopo lo stop alla prima giornata, l'Asola vantava una striscia aperta di sei risultati utili consecutivi (quattro vittorie), con ben nove reti realizzate nelle ultime tre. I gardesani sono riusciti a contenere con ordine le folate iniziali dei virgiliani, crescendo alla distanza e trovando con merito il vantaggio a fine primo tempo. Un vantaggio difeso con ordine nella ripresa e legittimato grazie al colpo di testa vincente di Negrello nel finale. La Vighenzi si conferma dunque micidiale fuori casa, per compiere un ulteriore salto di qualità servirà ora trovare confidenza con le vittorie in casa, già a partire dal prossimo impegno contro il Real Dor.
 
LA SORPRESA: Real Dor
 
E proprio i cittadini sono i protagonisti del risultato più roboante di giornata, con cinque reti rifilate a una compagine ostica come il Prevalle. E' vero, sull'andamento della gara pesa l'espulsione, parsa esagerata, rimediata da Stankovic dopo pochi minuti di gara, ma cinque gol non si segnano mai per caso ed è il chiaro segnale che il Real Dor sta bene sotto tutti i punti di vista. La formazione giallonera vanta davvero un'ottima condizione fisica, che fin qui sta aiutando parecchio a sopperire al gap di qualità presente rispetto ad altre squadre, ma anche sotto il piano caratteriale e tecnico-tattico gli uomini di Panina sono in netta crescita. Il quarto posto in classifica parla chiaro: il Real Dor è fino a questo momento una delle realtà più brillanti e allo stesso tempo sorprendenti del campionato.
 
LA DELUSIONE: Ome
 
Chi invece non riesce davvero a cambiare passo è la formazione franciacortina, che dopo le scintille estive in sede di mercato è ora spenta e rabbuiata come in pochi avrebbero pensato. La gara contro il Montichiari non era forse la migliore per tentare un rilancio, ma la lezione severa inflitta dalla capolista, che per alcuni tratti della partita sembrava quasi scherzare con gli avversari, fa ben capire le difficoltà finora riscontrate da società, allenatore e giocatori. La classifica rimane corta e nulla è perduto, almeno per quanto riguarda un ipotetico accesso ai playoff, ma più che guardare la classifica l'Ome dovrà cercare di ricompattarsi e capire i motivi di una prima parte di stagione davvero deludente.
 

stands

transped foot