Seconda Categoria, il Borsino: San Carlo e Remedello non sbagliano un colpo, Erbusco in difficoltà

Redazione
Tempo di borsino per le squadre di Seconda Categoria. Diviso per ogni categoria, il nostro borsino analizza le dinamiche delle formazioni bresciane già nelle ore successive alle partite della domenica. Dividiamo le squadre prescelte in conferme, sorprese,delusioni. Queste le nostre relative all'ultimo turno:
 
LA CONFERMA: San Carlo Rezzato
 
Altra prova di maturià superata per i rezzatesi, che passano di misura sul difficile campo del Vs Lume. Serviva determinazione e cinismo, il San Carlo non ha fallito riuscendo a far sua una partita sporca e in bilico fino all'ultimo. Impressiona come dopo il breve passaggio a vuoto di metà ottobre, i gialloblu abbiano subito ritrovato compattezza blindando la porta di Meschini e diventando una squadra votata al gioco offensivo, ma anche capace di mantenere un ottimo equilibrio. I risultati parlano chiaro e la vetta della graduatoria è il manifesto dell'ottimo stato di forma mentale e fisico della formazione di Merighetti. Lo scontro diretto con la Voluntas Montichiari arriva forse nel momento migliore.
 
LA SORPRESA: Remedello
 
Dopo le prime quattro giornate, evidentemente necessarie per ambientarsi nella nuova categoria, il Remedello ha inanellato una serie di risultati davvero notevoli. Cinque le vittorie nelle ultime sei partite, unica eccezione il mezzo passo falso in quel di Barbariga. Un pareggio che non ha particolarmente condizionato gli uomini di mister Lancini, ripartiti con maggior vigore e capaci di prendersi lo scalpo del Borgosatollo nell'infrasettimanale e domenica della Nuova San Paolo. Il Remedello è ora in piena zona playoff e solo la Quinzanese, capace di vincere anche lo scontro al vertice proprio contro il Borgosatollo, ha finora conquistato più punti rispetto ai biancoblu. Matricola terribile.
 
LA DELUSIONE: Erbusco
 
Momento difficile per i rossoblu, che dopo un avvio positivo sono incappati in un periodo di crisi. La vittoria manca dall'1 ottobre, quando i franciacortini espugnarono il campo del Real Rovato. Sembrava il passo verso il definitivo decollo, invece da lì in poi l'Erbusco si è bloccato e nelle ultime quattro partite è incappato in altrettante sconfitte, con tredici gol subiti e solo tre realizzati. Certo, il calendario non era dei più favorevoli, ma un crollo così verticale non era per niente atteso. E adesso il divario dalla zona playout non è poi così rassicurante.
 

stands

transped foot