Serie C, serata amara per la Feralpisalò: va avanti la Juventus Under 23

Redazione

Stavolta il risultato del campo non verrà ribaltato a tavolino come successo al primo turno, in sfavore della Pro Patria. Stavolta la Feralpisalò abbandonerà veramente la corsa alla Coppa Italia di Serie C, a causa della sconfitta per 3-2 patita ad Alessandria per mano dell'Under 23 della Juventus.

 

Un risultato amaro, arrivato al termine di una partita che ha comunque regalato emozioni e gol, decisa in favore degli uomini di Zauli, che avrebbero potuto chiudere con un punteggio ulteriormente rotondo. I Leoni del Garda, che in campionato hanno alternato un risultato per sorte nelle prime tre uscite (sconfitta, vittoria, pareggio nell'ordine), possono rammaricarsi di alcuni episodi che con più attenzione avrebbero potuto cambiare il volto alla partita. Su tutti, il pareggio subito a primo tempo scaduto, due minuti dopo essere andati in vantaggio, nel primo giro d'orologio di recupero.

 

La prima mezz'ora è di marca juventina, poi Spagnoli devia a lato un corner di Corradi e riesce a variare l'inerzia. Seguono occasioni per Di Molfetta e per lo stesso Corradi (nella rovesciata in copertina), al 41' Guerra in ripartenza va vicino all'1-0, che arriva 5' più tardi, grazie al destro di Spagnoli. Qui la Feralpi ha un blackout: viene immediatamente salvata da Gelmi su Cudrig, ma deve arrendersi al 48' allo spunto personale di Soule.

 

Alla ripresa sono ancora i bianconeri ad approcciare meglio, guidando i primi 20', nei quali arrivano le due reti che indirizzano il match. Al 14' Soule concede il bis finalizzando un contropiede, al 21' Gelmi è sorpreso dalla conclusione di Compagnon. La risposta salodiana è affidata nuovamente a Corradi e Di Molfetta, la Juve alza il muro, fino a che Luppi non trova la crepa per il 3-2. Al 46' Pisano commette fallo da rigore su Compagnon, lo stesso attaccante si presenta dal dischetto per la doppietta, ma Gelmi si prende la rivincita e respinge. Tuttavia non c'è più tempo e il sig. Virgilio di Trapani fischia la fine.

 

Appare molto deluso mister Stefano Vecchi a fine gara, molto convinto nel trovare il problema alla base del passo falso: «Non abbiamo iniziato bene, poi pian piano siamo venuti fuori, abbiamo trovato il vantaggio, poi purtroppo anche oggi abbiamo commesso errori difensivi grossolani che ci sono costati il passaggio del turno. Dobbiamo essere più concreti, più attenti, meno presuntuosi. Dobbiamo sistemarci, perché a tratti si vedono giocate importanti, di una squadra che sa quello che vuole. Dobbiamo diventare più operai».

 

Il veterano Simone Guerra aggiunge: «Ce l'abbiamo messa tutta, peccato per le disattenzioni, ma ci sono state anche giocate buone. Il gol mi manca, ma sono concentrato sul ritrovare la forma migliore». Molto emozionato Samuele Zanini per la prima partita in prima squadra verdeblù: «Una soddisfazione personale. So che posso migliorare, qualche errore l'ho commesso, spero di poter esordire anche in campionato. I compagni mi danno molti consigli, sto imparando molto, anche solamente guardando. Se sono arrivato qui devo ringraziare sia mister Vecchi, sia il direttore Pinardi, ma anche l'allenatore della Primavera Bertoni».

 

IL TABELLINO

 

Juventus U23 - Feralpisalò 3-2

 

JUVENTUS U23 (4-3-3): Garofani; Barbieri, De Winter, Riccio, Ntenda (26’ pt Anzolin); Miretti (33’ st Leone), Zuelli, Palumbo (17’ st Sersanti); Soule (17’ st Compagnon), Cudrig (1’ st Brighenti), Sekulov. (Israel Wimber, Raina, Leo, Stramaccioni, Akè, Pecorino). Allenatore Zauli.

FERALPISALÒ (4-3-1-2): Gelmi; Salines, Pisano, Zanini (17’ st Bacchetti), Brogni (29’ st Corrado); Damonte, Guidetti (40’ st Miracoli), Di Molfetta; Corradi (29’ st Balestrero); Spagnoli, Guerra (17’ st Luppi). (Liverani, Porro, Bergonzi, Legati, Cristini, Hergheligiu, Tirelli). Allenatore Vecchi.

ARBITRO: Daniele Virgilio di Trapani.

ASSISTENTI: guardalinee Marco Porcheddu di Oristano e Mattia Rigattieri di Reggio Emilia; quarto uomo Claudio Panettella di Bari.

RETI: pt 46' Spagnoli (F), 48' Soule (J); st 14' Soule (J), 21' Compagnon (J), 43’ Luppi (F).

NOTE: rigore parato al 47' st da Gelmi (F) a Compagnon (J). Ammoniti: Spagnoli (F), Di Molfetta (F), Pisano (F). Angoli: 3-4. Recupero: 4’ e 3’.