Dilettanti, la speranza di tornare in campo il 5 aprile e chiudere l'annata a giugno

Redazione

Che ne sarà della stagione dilettantistica? Il Consiglio Direttivo della Lega Nazionale Dilettanti ne discuterà lunedì 9 marzo con i presidenti dei comitati regionali.

 

La situazione in Lombardia è piuttosto chiara: campionati bloccati fino al 15 marzo con la speranza del comitato regionale - al momento ben lontana dallo status di certezza - di poter tornare in campo almeno sabato 4 e domenica 5 aprile per condurre in porto una stagione a dir poco travagliata, imbastendo un calendario che costringerebbe tutti ad un autentico tour de force. La nuova agenda, tuttavia, non consentirebbe di terminare l'annata entro i termini previsti.

 

Ammessa e non concessa una ripartenza ad inizio aprile, i campionati potrebbero difficilmente terminare prima della fine di maggio. L'idea di fondo è quella di far terminare i play-off di Eccellenza il 24 maggio per poi iniziare gli spareggi nazionali il 31 e chiudere il cerchio il 14 giugno.

 

In Promozione e Prima il mosaico è ancora più articolato poiché vanno inserite anche le gare di Coppa. Il Crl proporrà di terminare la stagione regolare il 31 maggio, con il mese di giugno dedicato ai play-off. Seconda e Terza (gestite dal comitato provinciale) si accoderebbero.

 

La strategia, dunque, è pronta, ma poggia sulle basi friabili di una situazione incerta. Se lo stop agli eventi sportivi dovesse sforare la linea temporale del 3 aprile potrebbe diventare davvero difficile trovare i meccanismi giusti per portare a termine la stagione. A quel punto lo spettro dell'annullamento dei risultati e delle classifiche maturati finora inizierebbe a farsi largo. Uno scenario incredibile e desolante che si spera, per ovvie ragioni, di poter scongiurare. 

 

 

Banner Transped articoli

banner piccolo futbuk