Montorfano e Ghedi ufficialmente sposi: l'ASD Rovato Calcio si presenta

Redazione

«Notizie come questa devono essere accompagnate da grande entusiasmo. Spesso le fusioni determinano la scomparsa di uno dei due soggetti, in questo caso invece c'è piena sintonia per proseguire congiunti. Il primo atto ufficiale per la FIGC Brescia per la stagione 2020-2021 lo ratifico qui a Rovato».

 

Le parole pronunciate ieri da Alberto Pasquali, presidente del Comitato Provinciale della Federazione, presso la Club House del Centro Sportivo Campo Maggiore di Rovato, sanciscono ufficialmente la (ri)nascita di una già importante realtà bresciana: come anticipato due mesi esatti fa, Calcio Ghedi e Montorfano Rovato si uniscono dando vita all'ASD Rovato Calcio. "La capitale storica della Franciacorta" si riposiziona quindi sulla cartina geografica del calcio dilettantistico bresciano, acquisendo la categoria del Ghedi, l'Eccellenza, amplificando il lavoro giovanile con la creazione di un settore e un'Academy condivisi e, non da ultimo, aprendo alla Serie D femminile.

 

Questi ultimi mesi sono serviti a discutere e concretizzare una trasformazione societaria di dimensioni rilevanti. Non un assorbimento di una nei confronti dell'altra, ma l'unione delle due parti. Da un lato Alberto Lancini, sponda Montorfano, dall'altro la famiglia Guarino, nelle persone di Franco e Francesco, sponda Ghedi. Un confronto schietto diventato incontro di idee per definirsi in una progettualità condivisa. Tra i punti fermi del programma la valorizzazione del territorio, lo sviluppo del settore giovanile e una seria apertura al femminile. Senza dimenticare la prima squadra, emanazione ultima del lavoro della nascitura società.

 

La presentazione alla stampa e alla comunità rovatese ospitata dalla Club House del Campo Maggiore (centro sportivo che accoglierà le attività di settore giovanile e femminile, mentre lo stadio comunale "Giovanni Battista Maffeis" sarà il palcoscenico dell'Eccellenza) ha svelato ruoli e compiti dei soggetti coinvolti (in calce l'organigramma societario, lo staff tecnico e la rosa). A far gli onori di casa il primo cittadino di Rovato, Tiziano Belotti«La città si è arricchita. Rispetto molto le ambizioni della prima squadra ma mi piace molto il progetto della scuola calcio e del femminile». Concetto sottolineato anche dall'Assessore allo Sport, Simone Agnelli, presente al suo fianco. A rassicurare sulla serietà di entrambe le società partecipanti è ancora Alberto Pasquali«Si incontrano due realtà giovanili che erano al top, sia come numero di iscritti che come qualità d'insegnamento. Vorrei davvero sottolineare i valori positivi scaturiti da questa scelta di Lancini e Guarino, abbandonando per un attimo le difficoltà che si sono dovute affrontare nell'ultimo periodo. Devo fare i complimenti anche all'amministrazione comunale per l'implementazione delle strutture portata avanti in questi anni. La vetrina è certamente per la prima squadra, che però avrà una grande responsabilità, assieme a Juniores ed Allievi: essere d'esempio virtuoso per i più piccoli, che saranno tanti».

 

Da almeno un lustro Alberto Lancini puntava a questo risultato e, ora che c'è riuscito, grazie alla collaborazione del Ghedi, fatica a trattenere l'emozione: «Questo è un sogno che si realizza. Vorrei ringraziare chi in questi cinque anni mi ha sopportato, ma soprattutto vorrei dire grazie alla famiglia Guarino: in pochi avrebbero avuto l'umiltà di fare come hanno fatto loro, sedersi a parlare per giungere ad un obiettivo comune. Spero di essere un degno presidente, ma considero questo nuovo inizio come una tappa: ne vedo molte altre di fronte a me, ho tante idee e avrò sempre nuove sfide da affrontare». Sull'altro fronte Franco Guarino si concede solo poche ma significative parole: «Siamo qui per dare seguito ad una grande passione. La nostra ambizione si basa su realtà concrete già esistenti e la prima squadra avrà innanzitutto un valore aggregante».

 

Più rotondo l'intervento del direttore generale Giovanni Piardi«Puntavamo a migliorare sia l'organizzazione interna che le strutture, avevamo una forte volontà perché Rovato è la quinta città bresciana per dimensione ed importanza dopo il capoluogo. Abbiamo trovato in Lancini la spalla ideale per proseguire il nostro percorso. Le nostre linee guida sono nette: sopra tutto c'è il settore giovanile, poi abbiamo voluto dare a donne e ragazze lo spazio e le possibilità che meritano, quindi un focus su dirigenti e strutture e solo alla fine va ad inserirsi la prima squadra. Dopo tre mesi di grande sofferenza le parole che ci hanno portato fin qui e che dovranno caratterizzare il nostro lavoro sono due, semplici e dirette: molà mai».

 

A seguire la scia di Piardi, da Ghedi a Rovato, c'è anche mister Roberto Avanza, grande protagonista delle ultime stagioni della selezione che si era guadagnata sul campo l'approdo in Eccellenza. La sua è una carriera di costante crescita, l'occasione bianco-azzurro-blu è da cogliere al volo per proseguire la marcia verso il top: «Per me è un grande onore essere stato scelto da questa società. Molti ragazzi li conosco avendoli allenati a Ghedi, delle linee di continuità rispetto al recente passato esistono, eppure questa per me è una situazione del tutto nuova. Anno dopo anno si è sempre fatto qualche passo in avanti, spero di proseguire su questa traiettoria. L'unica cosa che posso garantire è il massimo dell'impegno e della professionalità».

 

---

 

ASD ROVATO CALCIO

 

ORGANIGRAMMA SOCIETARIO

 

Presidente: Alberto Lancini.

Vice presidente: Francesco Guarino.

Direttore generale: Giovanni Piardi.

Direttore sportivo: Ermanno Gatta.

Addetto stampa: Mattia Lancini.

Economo: Franco Guarino.

Segretario: Francesco Maestrini.

Tecnico prima squadra: Roberto Avanza.

Allenatore in seconda: Mauro Aiolfi.

Preparatore atletico: Alessandro Fusari.

Preparatore portieri: Andrea Frusconi.

Team manager: Gianni Zaffelli.

Collaboratore tecnico: Diego Cortellazzi.

 

ROSA PRIMA SQUADRA

 

PORTIERI

Elia Poffa, 1999, Calcio Ghedi.

Enrico Gandossi, 1988, Montorfano Rovato.

DIFENSORI

Nicolò Bruno, 1998, Calcio Ghedi.

Roberto Paderni, 1995, Calcio Ghedi.

Stefano Ghidini, 1987, Governolese.

Davide Reboldi, 2002, Brescia.

Abdou Gueye, 2001, FC Lograto.

Giovanni Salvadori, 2002, Calvina.

Davide Danesi, 2003, Montorfano Rovato.

Nicolò Lini, 1994, Bedizzolese.

CENTROCAMPISTI

Matteo Giorgi, 2000, Calcio Ghedi.

Luka Beqiri, 2001, Calcio Ghedi.

Matteo Bonardi, 1992, Atletico Castegnato.

Andrea Boarin, 2002, Cellatica.

Gianluca Giovinetti, 2004, Calcio Ghedi.

Jacopo Lonardi, 1996, Calcio Ghedi.

Fabio Ubbiali, 1993, Valcalepio.

Fabio Bertoli, 1996, Calcio Ghedi.

Mattia Dorosini, 2002, Calcio Ghedi.

ATTACCANTI

Baba Seck, 1995, Calcio Ghedi.

Luca Frassine, 2001, Calcio Ghedi.

Federico Peli, 1994, Sona.

Lorenzo Spanò, 1998, Montorfano Rovato.

 

Banner Transped articoli

banner piccolo futbuk