Il Lumezzane torna a sognare in grande. Luci al Saleri

Redazione

Una notte che segna uno spartiacque tra il passato e un futuro tutto da scrivere, all'insegna dell'entusiasmo e dell'ambizione. Il vento della rinascita soffia forte su Lumezzane, dove ieri il club rossoblù ha presentato squadre e obiettivi della stagione 2020-2021.

 

Il Saleri ha ospitato sul suo manto erboso la sfilata delle 18 squadre che indosseranno la casacca valgobbina marchiata Camozzi. 350 tesserati dai primi calci alla prima squadra, compreso il settore femminile.

 

"Vogliamo vincere, credo sia chiaro a tutti - ha affermato il presidente Vincenzo Picchi -. L'obiettivo è salire subito in Serie D, ma le nostre attenzioni saranno rivolte anche al settore giovanile, il futuro del nostro club. Speriamo di poter condurre in prima squadra qualcuno dei nostri talenti, ma la certezza è che lavoreremo per formare tutti con qualità sia dal punto di vista calcistico sia sotto il profilo umano, educando validi cittadini".

 

Mister Stankevicius è consapevole della strada da percorrere e individua nella mentalità lumezzanese la fonte d'ispirazione per arrivare in alto: "Questo paese ha grande cultura del lavoro. Dovremo vivere questa stagione con la stessa mentalità, affrontando il campionato consapevoli dei nostri mezzi ma anche con umiltà e spirito di sacrificio".

 

Gli innesti di Agliardi, Pesce e Caracciolo parlano chiaro, ma all'esperienza del tris d'assi arrivato nel mercato estivo vanno aggiunti l'entusiasmo e la fame di una rosa composta per la stragrande maggioranza da giovani desiderosi di dare il loro contributo. Su 25 giocatori, infatti, ben 14 sono Under 21.

 

Punta in alto anche la squadra femminile coordinata da Grazia Bugatti e allenata da Giovanni Brusa, focalizzata sull'obiettivo di vincere il campionato di Promozione.

 

Al di là di risultati e classifiche la società intende fare passi in avanti anche dal punto divista delle strutture, grazie all'assist del sindaco Facchini, che ha annunciato l'apertura di un bando per il rifacimento del campo in erba e la riqualificazione dell'impianto.

 

Bomber Caracciolo, nel frattempo, ha spento 39 candeline soffiando sulla torta offerta dai compagni e consegnata da due bambini del vivaio. Non sarà stato l'unico ad esprimere un desiderio per il futuro del Lumezzane.

 

La rosa del Lumezzane Vgz

Portieri: Federico Agliardi ('83); Filippo Botti ('02); Spiridon Dimitros Kaloudis ('02).

Difensori: Francesco Castelnuovo ('03); Alessandro Conti ('01); Massimo Fattori ('00); Denis Valentin Giosu ('00); Marco Gnali ('00); Davide Paderno ('98); Andrea Pinton ('96); Emanuele Politti ('97); Kajus Stankevicius ('02); Andrea Zullo ('01).

Centrocampisti: Matteo Caldara ('00); Matteo Callegari ('03); Papa Dadson ('90); Simone Inverardi ('98); Nadir Minotti ('92); Simone Pesce ('82).

Attaccanti: Alessandro Barbieri ('02); Andrea Caracciolo ('81); Nicola Dal Bosco ('87); Andrea Minelli ('99); Cristian Pedrinelli ('93); Stefano Straolzini ('03).

Allenatore: Marius Stankevicius.

 

La rosa del Lumezzane Vgz Femminile

Portieri: Romina Biondo ('83); Deborah Picco ('95).

Difensori: Naomi Amemassovo ('00); Cristina Brocchetti ('87); Giulia Careddu ('98); Greta Careddu ('98); Laura Dolfini ('92); Giorgia Pagnoni ('00); Michelle Pedrini ('97); Martina Rosa ('99).

Centrocampisti: Federica Bertazzoli ('95); Alice Bonacini ('00); Claudia Brambilla ('98); Alice Cirillo ('93); Marta Forelli ('89); Chiara Guerini ('97); Alessia Mor ('01); Paola Morandi ('93); Martina Vallante ('82); Gloria Zamarra ('00).

Attaccanti: Anna Fumagalli ('00); Giulia Maffi ('98); Lara Messali ('92); Marina Moraschi ('98); Paola Santoro ('97); Sabrina Tregambe ('01).

Allenatore: Giovanni Brusa. 

 

 

 

Banner Transped articoli

banner piccolo futbuk