È un pareggio che non sazia nessuno quello tra Castiglione e Prevalle

Redazione

È stata una partita vera, intensa quella tra Castiglione e Prevalle, due squadre che per ragioni differenti avevano bisogno di mettere in cassaforte l'intera posta in palio.

 

Il verdetto del campo lascia entrambe più deluse che soddisfatte, perché il pareggio non consente ai mantovani di dare la scossa al loro campionato, e impedisce ai bresciani di avvicinarsi alla vetta della classifica nel giorno in cui le capoliste Leon e Atletico Castegnato rallentano.

 

La sfida è stata equilibrata e accesa soprattutto nei finali delle due frazioni di gioco, dove si sono concentrati i gol e le emozioni più intense. 

 

Nel primo tempo il copione di gara è nitido e lineare: padroni di casa con un centrocampo a rombo chiamato a sostenere e ispirare la coppia Ghirardi - Ekuban; dalla parte opposta il 3-4-2-1 degli ospiti ruota intorno alla classe di Berta - migliore in campo -, capace di non dare punti di riferimento agli avversari e favorire gli inserimenti dei compagni dalle retrovie.

 

I primi acuti sono dei numeri nove. Berta ci prova sul cross di Bignotti, ma Piccinardi si oppone; Ekuban va alla conclusione da fuori e da posizione defilata, ma non inquadra lo specchio della porta.

 

A rompere gli equilibri è un episodio nell'area di rigore del Castiglione, dove il contatto tra Kamal e Mambrin viene sanzionato dal direttore di gara con un rigore per i biancorossi. Berta non sbaglia e sblocca il risultato. Prima dell'intervallo Roma cerca il raddoppio, ma Piccinardi glielo nega.

 

La prima mezzora della ripresa è avara di emozioni. Felotti disinnesca un tiro di Chiarini, mentre una ripartenza letale di Roma viene resa vana dall'arbitro, che ravvisa un fuorigioco dubbio.

 

Dal possibile 0-2 si passa all'1-1, con Mangili che anticipa tutti di testa sulla punizione telecomandata da Fantoni. È il 77' e la partita ha ancora molto da dire. La girandola delle sostituzioni, infatti, dà una rinnovata verve all'attacco del Castiglione, che beneficia soprattutto dell'ingresso in campo di Assan.

 

Cinque minuti dopo il pareggio arriva anche il sorpasso, con Ekuban che approfitta di una dormita della retroguardia biancorossa per bruciare tutti sul tempo e firmare il sorpasso. A sistemare la situazione ci pensa ancora Berta, sempre dal dischetto, dopo un fallo di mano di Maggioni sul cross di Prati. Il bomber spiazza Piccinardi e fissa il risultato sul 2-2. Nel finale guizzo di Assan nell'area avversaria ed episodio da moviola sul quale l'arbitro sorvola, per il disappunto del Castiglione, già furente per i due rigori subiti. Finisce in parità, per una suddivisione equa e sgradita a tutti.  

 

Clicca qui per le interviste del post partita.

 

CASTIGLIONE - PREVALLE 2-2

 

Marcatori: pt 40' Berta (rig.); st 32' Mangili, 37' Ekuban, 41' Berta (rig.).
Mvp: Berta (Prevalle)

 

CASTIGLIONE (4-3-1-2) Piccinardi 6; Cigala 5,5 (15' st Assan 6,5), Mambrin 5,5, Guagnetti 6,5, Maggioni 6; Mangili 7, Fantoni 6, Chiarini 6 (32' st Silajdzija s.v.); Narcelli 5,5; Ghirardi 6 (15' st Salomoni 6), Ekuban 7. (Segna, Bellesi, Canziani, Daeder, Russo, Morselli). All. Vaccari 6,5. 

 

PREVALLE (3-4-2-1) Felotti 5; Kamal 6,5, Caldara 6 (32' st Crivella s.v.), Lini 5,5; Beccalossi 5,5 (18' st Prati 6), Gestra 6,5 (25' st Serafini 5,5), Fusar Bassini 6,5, Roma 7; Comotti 5,5 (26' st Prandini s.v.), Bignotti 6; Berta 7,5. (Benedetti, Buco, Guariniello, Stefanescu, Taccolini). All. Nicolini 6.