Il Lumezzane vince in scioltezza. Ora una settimana decisiva

Redazione

Abbiamo quello che volevamo: un campionato aperto fino all’ultima giornata, con una bresciana in lizza per la vittoria.

 

Quella bresciana è la più quotata della vigilia, il Lumezzane Vgz, a cui basta un tempo per sbarazzarsi di un inerme e perdipiù arrendevole Mapello per prendersi i 3 punti che significano vetta della classifica (5-0 il finale). Merito dei ragazzi di Stankevicius, finalmente sciolti nel gioco e nella testa, di conseguenza superiori grazie alla qualità dei propri interpreti. Ma anche dello Zingonia Verdellino, esagerato a Vimercate nell’affondare la capolista Leon (in una partita pazza chiusa 4-3), rimettendosi in corsa per la promozione: valgobbini e brianzoli appaiati a 20, bergamaschi a 19, a 90’ dal termine.

 

La prima cosa da segnalare riguarda le presenze sugli spalti del “Saleri”, riaperto come da decreto del Governo e quindi tornato ad ospitare un centinaio di aficionados. Il tecnico lituano inizia il match schierando un 4-3-3 che tramuta dopo soli 10 minuti in 4-2-3-1, semplicemente alzando di 15 metri Minotti, in partenza play basso, poi trequarti centrale. L’ex enfant prodige atalantino Vinicio Espinal opta invece per un 4-5-1 ultra coperto e remissivo, che non gli eviterà di subire una grande quantità di palle gol.

 

La manovra dei locali cerca movimenti e sovrapposizioni sulle catene laterali, per poi mettere palloni invitanti verso il riferimento Caracciolo o premiando gli inserimenti dei centrocampisti. I primi due gol arriveranno proprio secondo questo piano tattico. La resistenza degli ospiti, arrivati in Valle senza ambizioni, dura meno di un quarto d’ora. Al 14’ Pesce telecomanda una palla morbida verso il centro dell’area, giardino dell’Airone, che in elegante girata batte Maggioni. Intorno alla mezz’ora il Lume spreca una triplice occasione per il raddoppio (Minotti, Caracciolo, Inverardi), che comunque arriva al 44’: Villa calcia forte in mezzo, Dadson si inserisce per deviare la traiettoria ed aprire le mani dell’incolpevole Maggioni. I gialloblù arrivano dalle parti di Kaloudis in un’unica occasione, al 40’, quando un buco di Villa apre un corridoio ad Adiansi, che arriva sul fondo, invita El Kadiri al semplice tap-in, senza però trovare risposta.

 

La seconda frazione serve principalmente per dare minuti a chi solitamente sta seduto, almeno dal 60’, minuto del 3-0 firmato dall’mvp dell’incontro, Dadson, sfruttando nuovamente un inserimento, assieme al passaggio (non voluto) di Franchi. I bergamaschi escono dal campo e al 77’ si fanno addirittura male da soli, calciando un rinvio addosso a Franchi e generando la carambola che regala una gioia a porta vuota a Pesce. Per il numero 11 due assist involontari in rapida successione. Il punto esclamativo sulla vittoria lo mette il neoentrato Razzitti a 6’ dalla fine, correggendo al volo l’ennesimo cross laterale. L’arbitro non riterrà di dare né un’ammonizione né un singolo minuto di recupero in tutto il match.

 

L’avventura della squadra di Stankevicius è a un solo passo dalla fine e a una sola vittoria dalla gloria, o almeno dallo spareggio per la Serie D, formula necessaria in caso di arrivi a pari merito. Settimana prossima la resa dei conti, su tre campi: Castiglione-Lumezzane Vgz, Valcalepio-Leon e Zingonia Verdellino-Prevalle.

 

LUMEZZANE VGZ - MAPELLO 5-0

Reti: 14’ Caracciolo, 44’ Dadson, 60’ Dadson, 77’ Pesce, 84’ Razzitti.
Mvp: Dadson (Lumezzane Vgz).

LUMEZZANE VGZ (4-3-3): Kaloudis 7; Zugno 7, Politti 6,5, Pinton 6,5, Villa 6,5; Dadson 7,5 (80’ Paderno sv), Minotti 6 (67’ Serpelloni sv), Pesce 7; Inverardi 7 (85’ Callegari sv), Caracciolo 7 (80’ Razzitti 6,5), Franchi 7 (78’ Minelli sv). (Agliardi, Giosu, Fattori, Zullo). Allenatore: Marius Stankevicius 7.

MAPELLO (4-5-1): Maggioni 6; Alessandro Ruggeri 5,5, Noris 5, Marco Ruggeri 5, Abele 5,5; Adiansi 5 (80’ Messina sv), Bugada 5, Brambilla 5, Bortoli 5 (78’ Diop sv), El Kadiri 5,5 (63’ Zanchi 5,5); Vaglietti 5 (1’ st Lora 5,5). (Crotti, Gagliardini, Maliquati, Pellegrini, Brogni, Messina). Allenatore: Vinicio Espinal 5.