Villa Nuova, fine di un'era. La proprietà dice addio e guarda al futuro

Redazione
 

L'addio del Villa Nuova al mondo del calcio bresciano è ufficiale. Il club bianconero chiude i battenti spiegando la decisione della proprietà in un comunicato pubblicato su Facebook.

 

Come vi avevamo anticipato sabato il club ritiene che non ci siano più le condizioni per proseguire l'attività. Un addio amaro, che fa da preludio a possibili nuove avventure per il direttore generale Stefano Pedrini, il cui profilo è stato accostato al Ciliverghe, dove si starebbe valutando la creazione di un nuovo assetto societario. 

 

 

Futuro in stand by, ma indissolubilmente legato in prima battuta all'esito del bando aperto dal comune di Carpenedolo per la gestione degli impianti sportivi. In caso di assegnazione sarà lì il futuro dell'ex proprietà villanovese, che sarebbe pronta a riportare il paese bassaiolo in alto, stringendo la mano allo Sporting Desenzano e acquisendone il titolo sportivo, che potrebbe condurre il nuovo Carpenedolo addirittura in Eccellenza in caso di ripescaggio. 

 

 

In attesa di riscontri futuri, però, è ancora tempo di addii. Di seguito riportiamo integralmente il comunicato del Villa Nuova.

 

Scrivere questo comunicato per noi significa farci male. Trovare le giuste parole per riuscire a trasmettere quello che vorremo non è facile. Probabilmente basterebbe un abbraccio a tutti i nostri tesserati dai più piccoli ai più grandi ma il COVID 19 ci ha tolto anche questo.


Abbiamo vissuto quattro anni molto impegnativi ed intensi ma altrettanto gratificanti che con immutata serietà ci hanno permesso di girare per la Provincia e non solo a testa alta, noi come tutti i nostri tesserati.


Quello che abbiamo fatto rimarrà, perché ci hanno insegnato che chi non ha memoria non avrà mai storia e di belle pagine ne abbiamo scritte. Oggi però non ci sono più le condizioni per proseguire nel nostro percorso sportivo calcistico in questo paese, che abbiamo imparato a conoscere sempre in punta di piedi senza mai far mancare il nostro rispetto non ultimo attraverso le donazioni delle mascherine verso l’intera comunità Villanovese e il sorriso della gente in quel momento è valsa come una vittoria di un campionato.


Non ci sono più le condizioni per fare le attività in maniera professionale ed è quindi corretto farci da parte, silenziosamente, non siamo nessuno e questo l’abbiamo capito ancora di più negli ultimi mesi.


Non abbiamo nessun rimorso se non quello di non poter dare continuità ad un progetto nel quale solo noi e pochi altri abbiamo sempre creduto. 
La consapevolezza di aver lavorato onestamente ci rende comunque felici e sicuri di lasciare qualcosa al paese.


In tutto questo è doveroso ringraziare i nostri tesserati, le loro famiglie ma il grazie più grande lo facciamo con il cuore ai nostri Staff che non citiamo personalmente per non dimenticarci nessuno, sappiamo bene l’impegno che ci avete messo.


Il nostro saluto, invece, lo facciamo all’Amministrazione Comunale alla quale auguriamo di trovare persone che per il calcio Villanovese riescano a proseguire meglio di noi e siamo sicuri che faranno scelte che appaghino un paese intero.


Abbiamo lasciato per ultima una doverosa precisazione, l’A.s.d. Villa Nuova nata con noi cesserà la sua attività con noi riponendo con orgoglio in un cassetto il logo e i nostri colori.


Fornitori, collaboratori, giocatori e spese di gestione dell’impianto sportivo sono stati saldati nella loro totalità.


Adesso togliamo il disturbo, a testa alta con la consapevolezza di aver dato tanto, prendiamo su le nostre cose e auguriamo a tutti le migliori soddisfazioni sportive.


Noi, come qualcuno aveva già detto “Ce ne torniamo al nostro paesello”.

 

Con profondo rispetto.

 

A.s.d. Villa Nuova

 

 

 

Banner Transped articoli

banner piccolo futbuk